Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Gran Bretagna: falso allarme terroristico a Oxford Street, a londra, panico per le vie dello shopping, la polizia non ha trovato sospetti
- Egitto: attentato in una moschea del Sinai, almeno 235 morti e 100 feriti, Presidente Al Sisi, risponderemo con forza brutale
- Torino: undicenne incinta dopo strupro, arrestato il vicino di casa, i genitori gli affidavano la figlia quando loro non erano in casa
- Milano: indagini sull'omicidio di una donna italiana di 67 anni nel parco di Villa Litta, forse uccisa da uno sbandato
- Firenze: in corso l'ottava edizione della convention della Leopolda, Matteo Renzi, siamo ancora qua con migliaia di persone
- Sudafrica: omicidio Reeva Steenkamp, Oscar Pistorius condannato in appello a 13 anni e 5 mesi per aver ucciso la fidanzata, pena più che raddoppiata rispetto al primo grado
- Calcio: serie A, oggi tre anticipi, alle 15 Bologna-Sampdoria, alle 18 Chievo-Spal e Sassuolo-Verona, alle 20:45 Cagliari-Inter
- Rugby: test match, oggi Italia-Sudafrica, si gioca a Padova
13 novembre 2017
  1. /

Manuel Agnelli: "Con gli Afterhours ripartiamo più leggeri"

Il cantautore presenta la raccolta "Foto di Pura Gioia, album antologico"

Esce il 17 novembre la raccolta "Foto di Pura Gioia, album antologico" degli Afterhours, capitanati da Manuel Agnelli, anticipato dal singolo "Bianca" in duetto con Carmen Consoli. Il cantautore in gran forma ha presentato quella che è una raccolta di trent'anni di carriera ma pensata col cuore più che con la testa. Quattro dischi, 76 tracce, un libro-antologia scritto da Federico Fiume, immagini inedite, master mai usciti e soprattutto la voglia di attingere al grande baule della memoria degli Afterhours: "Non ho mai avuto cura di organizzare quello che mi riguarda ma sono un accumulatore seriale, quindi per fortuna ho ritrovato di tutto". Il 10 aprile grande ed unico evento al MediolanumForum di Assago (Milano) e Manuel promette: "Ci saranno tanti ospiti e anche tante sorprese in scaletta che non sarà necessariamente rigida". Previsti altri tour: "Per ora no e dirò di più, mi piace di più l'idea di poter creare un evento sporadico perché se fai poi 150 concerti in un anno diventa solo routine". RTL 102.5 è media partner del grande evento di aprile.

 Manuel Agnelli: "Con gli Afterhours ripartiamo più leggeri"

Che criteri avete scelto per le canzoni?
La scelta delle canzoni è stata in ordine cronologico ma abbiamo anche voluto inserire dei brani minori che in qualche modo hanno però segnato la personalità della band.

Tra le chicche di questo disco c'è la collaborazione con Carmen Consoli per il singolo "Bianca". Com'è nato?

In questi anni noi e Carmen abbiamo percorso delle strade che non si sono mai intersecate ma che in qualche modo avevano delle affinità, una visione comune musicale. Ora finalmente ci siamo incrociati.

Qual è il bilancio di questo lavoro di ricerca?
Pazzesco. Abbiamo anche ritrovato dei master mai utilizzati, con tante idee buone. Insomma potrei anche tranquillamente dedicarmi al lavoro di produzione e vivere così per altri anni. Comunque tre mesi fa purtroppo il nostro studio è stato coinvolto in un incendio ma per fortuna qualcosa abbiamo potuto salvare.

Cosa rappresenta per te questo nuovo album?
Un fatto molto importante che racchiude trent'anni di musica. E' il momento giusto per chiudere un periodo preciso, un percorso coerente. In questi anni ci sono state molte vicende che hanno riguardato il gruppo e anche avvicendamenti di musicisti. Ho cambiato formazione...

E quindi cosa accadrà ora?
Ora è il momento di fare cose diverse e ripartire in modo più leggero.

La leggerezza è anche rappresentata dalla partecipazione ad X Factor?
Ho imparato molto da questa esperienza. Ho capito ad esempio, questo mi spiace un pochino, che tutto quello che ho fatto prima di entrare a X Factor per il grande pubblico non esisteva. Adesso mi riconoscono dal bambino all'anziano. Tutto questo è pazzesco perché la tv determina la tua esistenza, se ne sei fuori non esisti.