Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Farindola (Pe): valanga sull'Hotel Rigopiano, 2 morti accertati, 4 secondo altre fonti, circa 30 dispersi, soccorritori al lavoro per tutta la notte
- Farindola (Pe): Vigili del Fuoco, l'albergo è distrutto, le rovine sommerse dalla neve, unità cinofile non rilevano segnali di vita
- Farindola (Pe): salvi due uomini, l'operaio che si trovava nel locale caldaia e un 38enne uscito per prendere una medicina in automobile, la moglie e i due figli sono tra i dispersi
- Pescara: aperta un'inchiesta per omicidio colposo sulla tragedia di Farindola, l'albergo ridotto ad un ammasso di macerie e neve
- Rieti: Gentiloni, testa e cuore rivolti all'albergo travolto dalla valanga, mobilitati al massimo per il sisma, Italia stretta in una tenaglia maltempo-scosse
- Usa: oggi a Washington l'insediamento del Presidente eletto Donald Trump, il giuramento alle 18 ora italiana
- Usa: El Chapo è a New York, l'ex signore della droga messicano deve comparire in tribunale, rischia la pena di morte
- Calcio: ottavi di finale di Coppa Italia, Roma-Sampdoria 4-0, giallorossi ai quarti contro il Cesena
11 gennaio 2017

Articolo 18, il referendum non si farà

La Corte Costituzionale ha giudicato inammissibile il quesito proposto dalla CGIL

Il referendum sull’articolo 18 non si farà. La Corte Costituzionale ha giudicato inammissibile il quesito proposto dalla CGIL per reintrodurre i limiti per i licenziamenti senza giusta causa. Via libera invece ai quesiti sui voucher.

Articolo 18, il referendum non si farà

E' questo il verdetto a cui è giunta la Consulta sul quesito presentato dalla Cgil, che voleva ripristinare il reintegro sul posto di lavoro. Il sindacato però annuncia battaglia alla Corte Europea. Via libera invece al quesito che chiede l'abrogazione delle norme sui voucher, sulle quali il governo ha già detto di voler intervenire. Ok anche al referendum contro le norme che limitano la responsabilità in solido fra appaltante e appaltatore. Per Salvini (Lega) comunque e' 'una sentenza politica'. Il ministro Lorenzin nega conseguenze sul governo. Bersani dalla minoranza Pd chiede che sull'art.18 'ora intervengano Governo e Parlamento'.