Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5
news:
- Bergamo: processo Yara Gambirasio, stasera la sentenza per Massimo Bossetti, accusato dell'omicidio della 13enne di Brembate, il muratore chiede di ripetere il test del Dna
- Austria: ballottaggi elezioni presidenziali da rifare, la Corte Costituzionale accoglie il ricorso dell'ultranazionalista Hofer
- Roma: disoccupazione in calo all'11,5% a maggio, fra i giovani stabile al 36,9%, in 12 mesi 300mila occupati in più
- Turchia: attentato all'aeroporto di Istanbul, il bilancio è salito a 44 morti, 19 stranieri, la mente è il ceceno Akhmed Chatayev, affiliato all'Isis
- Gran Bretagna: dopo-Brexit, Theresa May favorita come nuovo primo ministro dopo la rinuncia di Boris Johnson
- Usa: primo incidente mortale per un'auto con pilota automatico, il conducente di un modello Tesla si è scontrato con un tir, aperta un'inchiesta
- Calcio: Europei di Francia, quarti di finale, alle 21 Galles-Belgio, Portogallo in semifinale, Polonia eliminata ai rigori
- Formula 1: oggi le prove libere del Gran Premio d'Austria, nella prima sessione Rosberg su Mercedes precede il compagno di scuderia Hamilton
25 marzo 2016

Donnavventura, Michela a RTL 102.5: "Ecco le mie Turks and Caicos"

Reportage nel Mar dei Caraibi in anteprima della più giovane del team

Inauguriamo questa settimana sul sito RTL.it l'appuntamento con le inviate di "Donnavventura" che ci racconteranno gli angoli più nascosti dei luoghi meravigliosi mete dei loro viaggi. Questa settimana c'è il reportage di Michela su Turks Turks and Caicos, una delle destinazioni più esclusive del Mar dei Caraibi. Vi ricordiamo l'appuntamento con "Donnavventura" in #OnorevoleDj ogni venerdì dalle ore 19 con Federica Gentile e Federico Vespa. L’appuntamento con la dodicesima puntata del Grand Raid del Caribe è domenica 27 marzo, giorno di Pasqua, alle ore 13.50 su Retequattro.

Donnavventura, Michela a RTL 102.5: "Ecco le mie Turks and Caicos"

Il lucchetto chiude ancora una volta l’enorme borsone geografato. Nuovamente si vola sopra un letto di nuvole bianche, un’enorme distesa morbida di cotone, sorvolando il mare che si increspa sotto i piedi, mentre la luce del sole entra prepotentemente dal finestrino di questo minuscolo aeroplano dai colori caraibici. Così, in men che non si dica, approdiamo in una nuova destinazione: Turks and Caicos, un arcipelago di cui pochi hanno sentito spesso parlare, almeno in Europa.

Le isole, infatti,che si trovano a soli 930 chilometri a sud-est di Miami, sono una meta ambita principalmente dal turismo americano e canadese, perché, nonostante l’arcipelago sia per l’80% disabitato e selvaggio, l’altra parte è stata conquistata da alberghi di lusso e ristoranti eleganti d’elite. Sulle isole, otto quelle abitate, vivono in totale tredicimila persone e il tutto si estende in soli 430 chilometri quadrati: un piccolo angolo di paradiso.

E’ difficile incontrare a Turks and Caicos delle brutte giornate, ma se succede, non ci si può considerare del tutto sfortunati: quando il cielo è coperto e nuvoloso, si può notare un bagliore color smeraldo, un fenomeno unico e intrigante dovuto ai riflessi verde-azzurri delle lagune che caratterizzano l’entroterra.

L’isola più sviluppata, oltre a GrandTurk che ospita la capitale, Cockburn Town, è quella d Providenciales, o come la chiamano qui Provo, dove si alternano immense distese di terra arida, lagune naturali, spiagge chiare di estrema bellezza e casette di legno colorate in cui piccoli shops di arte e artigianato locale si susseguono a negozi di gioielli. Anche qui, come in Inghilterra, si guida al contrario e non è immediato abituarsi.

D’altronde le Turks and Caicos, dopo la dichiarazione di indipendenza con la Giamaica, alla quale erano annesse, decisero di diventare un dominio d’oltremare della Corona inglese.Il legame con la terra della regina Elisabetta è forte e ricorrente, sia in quadri chela raffigurano e che si trovano in vecchie locande, che nella bandiera nazionale: la croce bianca, rossa e blu della Gran Bretagna è infatti riutilizzata con l’aggiunta di un piccolo stemma giallo che reca, invece, i simboli dell’arcipelago, tra cui il cactus, turk appunto, e lo strombo, o meglioconch.Aggirandosi per le isole, ci si rende conto che la conchiglia scre

Vi ricordiamo l'appuntamento con "Donnavventura" in #OnorevoleDj ogni venerdì dalle ore 19 con Federica Gentile e Federico Vespa. L’appuntamento con la dodicesima puntata del Grand Raid del Caribe è domenica 27 marzo, giorno di Pasqua, alle ore 13.50 su Retequattro.