Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Spagna: Barcellona, Media, forse il killer della Rambla è vivo ed è fuggito in Francia, la cellula terroristica voleva noleggiare van più grande per uccidere centinaia di persone
- Roma: attentato Barcellona, c'è terza vittima italiana, è una donna di 80 anni originaria di Potenza e residente in Argentina
- Spagna: Barcellona, in programma oggi una grande manifestazione per protestare contro il terrorismo
- Roma: espulsi due marocchini e un siriano, per il Viminale inneggiavano alla jihad
- Finlandia: Turku, 5 persone arrestate dopo l'attentato di ieri per le strade di Turku, un uomo ha ucciso a coltellate due persone, 8 i feriti, tra loro anche una ricercatrice italiana
- Usa: il Presidente Trump ha licenziato Steven Bannon, l'ex stratega di estrema destra in un'intervista, finita presidenza per cui abbiamo lottato
- Cosenza: tre morti nell'incendio di un appartamento in centro città, distrutte pergamene antichissime custodite in un'abitazione vicina
- Calcio: oggi due anticipi della prima giornata della serie A, alle 18 Juventus-Cagliari, alle 20,45 Verona-Napoli
- Cinema: e' morto Sonny Landham, noto per i suoi ruoli in film d'azione, negli anni 80 recitò in Predator, aveva 76 anni
09 gennaio 2017

Movimento Cinque Stelle lascia Farage per i liberali UE

Cambio di schieramento al Parlamento Europeo dettato da Beppe Grillo e confermato via Web

Il Movimento Cinque Stelle ha detto addio all'alleanza con il partito britannico di Nigel Farage, all’Europarlamento, passando con il gruppo degli europeisti e liberali dell’Alde. La decisione di Beppe Grillo è stata confermata da un referendum web tra gli iscritti al movimento.

Movimento Cinque Stelle lascia Farage per i liberali UE

La votazione online indetta sul blog di Beppe Grillo ha detto Sì alla proposta di passaggio dei pentastellati nel gruppo liberale Alde. Ha votato sì la stragrande maggioranza, cioèil 78,5%. Mentre sul web gira un testo condiviso che porta la data del 4 gennaio, vale a dire, il preaccordo siglato tra i 5 Stelle e l’Alde. Nel frattempo negli altri partiti si discute sempre di legge elettorale, mentre a tenere banco è anche il referendum sul jobsact, in attesa della decisione della Consulta sull'ammissibilità del referendum sulla riforma del lavoro, attesa per mercoledì.