Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Gran Bretagna: indagini Manchester, arrestati in Libia il padre e il fratello del kamikaze, il fratello Hisham, io e lui fedeli all'Isis, sapevo tutto
- Vaticano: il presidente americano Trump ricevuto dal Papa, il Capo della Casa Bianca, non dimenticherò mai le sue parole, poi colloqui con Gentiloni e Mattarella
- Bruxelles: Donald Trump è nella capitale belga, il presidente americano oggi parteciperà al vertice della Nato, che farà parte della coalizione anti Isis a pieno titolo
- Libia: nuova strage di migranti nel Mediterraneo, si rovescia un barcone, 34 corpi recuperati, si temono molti dispersi
- San Severo (Fg): marito e moglie assassinati nella loro profumeria, si sospetta un regolamento di conti
- Pavia: omicidio di Garlasco, la difesa di Alberto Stasi presenta un ricorso contro la sentenza definitiva di condanna per l'uccisione di Chiara Poggi, il giovane deve scontare 16 anni di carcere
- Calcio: trionfo del Manchester United in Europa League, nella finale di Stoccolma sconfitto l'Ajax 2-0
- Ciclismo: Giro d'Italia, il francese Rolland ha vinto in solitaria la 17esima tappa con arrivo a Canazei, l'olandese Tom Dumoulin ancora in maglia rosa
09 gennaio 2017

Movimento Cinque Stelle lascia Farage per i liberali UE

Cambio di schieramento al Parlamento Europeo dettato da Beppe Grillo e confermato via Web

Il Movimento Cinque Stelle ha detto addio all'alleanza con il partito britannico di Nigel Farage, all’Europarlamento, passando con il gruppo degli europeisti e liberali dell’Alde. La decisione di Beppe Grillo è stata confermata da un referendum web tra gli iscritti al movimento.

Movimento Cinque Stelle lascia Farage per i liberali UE

La votazione online indetta sul blog di Beppe Grillo ha detto Sì alla proposta di passaggio dei pentastellati nel gruppo liberale Alde. Ha votato sì la stragrande maggioranza, cioèil 78,5%. Mentre sul web gira un testo condiviso che porta la data del 4 gennaio, vale a dire, il preaccordo siglato tra i 5 Stelle e l’Alde. Nel frattempo negli altri partiti si discute sempre di legge elettorale, mentre a tenere banco è anche il referendum sul jobsact, in attesa della decisione della Consulta sull'ammissibilità del referendum sulla riforma del lavoro, attesa per mercoledì.