Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Calcio: mondiali femminili in Francia, Italia-Cina 2-0, reti di Giacinti e Galli, azzurre ai quarti
- Roma: i 5 Stelle pronti a chiedere la revoca della concessione ad Autostrade per l'Italia, documenti sul tavolo di un vertice a Palazzo Chigi
- Roma: respinto il ricorso alla corte Europea presentato dalla Sea Watch, Salvini ribadisce il no allo sbarco dei 42 migranti
- Usa: allarme Onu, per il clima 120 milioni di nuovi poveri nel 2030, i cambiamenti minacciano di annullare 50 anni di sviluppo
- Roma: Energia, per il mercato tutelato a partire dal primo luglio - 6,9% per la bolletta del gas e + l'1,9% per l'elettricità
- Bruxelles: Presidente Commissione Ue Juncker, prosegue lavoro preparatorio su procedura d'infrazione, Tria resta ottimista
- Monza: sfrattato da casa Morgan, ovvero Marco Castoldi ex dei Bluevertigo, questa non è giustizia, ha urlato il cantante
- Roma: settimana di caldo africano, temperature in aumento, al Nord picchi di 38 gradi, al Sud in arrivo qualche temporale
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
25 maggio 2019

5G mette a rischio previsioni meteo, indietro di 40 anni

La frequenza utilizzata, 23 Gigahertz, è vicina a quella usata dai microsatelliti nell’atmosfera

L'avvento della tecnologia 5G potrebbe mettere a rischio l'accuratezza delle previsioni meteo, riportandole addirittura indietro di 40 anni. Lo ha affermato, durante un'audizione al Congresso Usa il direttore del Noaa, la National Oceanic and Atmospheric Administration, facendo eco a diversi ricercatori anche in Europa. Il problema sta nel fatto che la frequenza a 23 Gigahertz fondamentale per il 5G è pericolosamente vicina a quelle usate dai microsatelliti per misurare la quantità di vapore acqueo nell'atmosfera, e potrebbe quindi interferire. "In base ai piani attuali per l'implementazione del 5G i nostri satelliti potrebbero perdere approssimativamente il 77% dei dati” ha sottolineato il direttore del Noaa, riportato dal Washington Post, “eiducendo la capacità di previsione del 30%”. Guardando indietro nel tempo a quando le nostre previsioni erano il 30% meno accurate di oggi si arriva intorno al 1980. Questo porterebbe ad una diminuzione delle previsioni sull'andamento degli uragani di due o tre giorni, sottolinea sempre il direttore del Noaa. Negli Usa la frequenza è già stata messa all'asta. Inoltre altre molto importanti per le previsioni dovrebbero finire agli operatori del settore, che finora hanno sempre respinto le accuse.

5G mette a rischio previsioni meteo, indietro di 40 anni