A Formia un ragazzo di 17 anni è morto accoltellato dopo una rissa, aggressioni tra giovanissimi anche a Napoli

17 febbraio 2021, ore 09:31 , agg. alle 11:28

La vittima di Formia si chiamava Romeo Bondanese, una giovane promessa del calcio locale. Due amici sono stati feriti, uno è in gravi condizioni. Fermato il presunto responsabile, un 17enne della provincia di Caserta, ricercato un complice. Nel giro di poche ore altre risse tra giovanissimi anche a Napoli, un 13enne aggredito con un tirapugni

Hanno tutti in comune la giovane età delle vittime e degli aggressori. Nelle ultime ore si sono registrati diversi episodi di violenza tra ragazzini. Il fatto più grave a Formia, nei pressi di Latina, dove un 17enne è morto dopo esser stato accoltellato nel corso di una rissa scoppiata in pieno centro. La vittima si chiamava Romeo Bondanese ed era una giovane promessa del calcio locale. Fatale un fendente che lo ha raggiunto a un arteria provocando una grave emorragia. Due suoi amici sono stati feriti alle gambe e all’addome, uno di loro è stato sottoposto a una delicato intervento chirurgico ed è in prognosi riservata. Il presunto aggressore è stato fermato, un altro 17enne di Casapulla, in provincia di Caserta. Un complice sarebbe riuscito a fuggire. La lite sarebbe scoppiata tra gruppi rivali, uno della zona, l’altro probabilmente arrivato da fuori. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, tutto sarebbe successo intorno alle 20,00. Le forze dell’ordine stanno cercando di identificare tutte le persone coinvolte anche grazie alle testimonianze delle persone che hanno assistito alla rissa e alle telecamere di sicurezza della zona.


Risse sul lungomare di Napoli

Episodi simili sono avvenuti anche in Campania. Sul Lungomare di Napoli almeno due risse sono avvenute in rapida sequenza. Ancora non è chiaro quante persone si siano affrontate, forse 6 o 7 . Di certo tutto è successo all’ora di pranzo sotto gli occhi delle tante persone che stavano mangiando nei ristoranti che si affacciano sul mare. Un ragazzino di 16 anni è rimasto ferito a una mano con una prognosi di 8 giorni di cure. Esasperati gli esercenti dei locali della zona: “Gli esercizi pubblici del lungomare non possono subire ulteriori danni oltre quelli che li hanno già messi in ginocchio, per cui richiediamo ancora maggiore vigilanza e presenza - si legge in una nota di Confesercenti e Fiepet Napoli - è l'ultimo giorno di Carnevale, c'è il sole, è festa, era assolutamente scontato un assembramento di persone. I protagonisti di questa rissa sono delinquenti, gentaglia senza rispetto degli altri e della città. A pagare purtroppo sono sempre i ristoratori, già sommersi dai debiti, già vessati da un anno di Covid e dalle mille restrizioni”.


Un 13enne picchiato con un tirapugni da un gruppo di coetanei

Non una rissa, ma una vera e propria aggressione di un branco di ragazzini nel quartiere Pianura di Napoli. Un 13enne è stato picchiato selvaggiamente da un gruppo di 6 o 7 coetanei all’uscita di scuola. I fatti sarebbero avvenuti un paio di giorni fa ma la notizia è stata diffusa solo oggi. I responsabili sono stati tutti identificati e segnalati ai carabinieri. Sono accusati di lesioni personali aggravate in concorso e porto abusivo di armi bianche. Per picchiare la giovane vittima, che ha riportato varie contusioni e un trauma facciale, avrebbero usato anche un tirapugni. Una settimana fa, gli stessi minori avevano aggredito il 13enne e un suo amico in seguito da una partita di calcio e in quel caso li avevano minacciati con un coltello.


A Formia un ragazzo di 17 anni è morto accoltellato dopo una rissa, aggressioni tra giovanissimi anche a Napoli
Tags: bondanese, diciasettenne, formia, Minori , rissa

Share this story: