A “Non Stop News" questa mattina protagonista la Generazione Zeta. A una settimana dal Radio Zeta Future Hits Live 2022 ospite il vicedirettore de "Il Messaggero" Alvaro Moretti: "Ci sono interi settori in cui è difficile aprirsi alle nuove generazioni, la differenza la fa chi vede qualcosa dove ancora non è stata disegnata"

16 giugno 2022, ore 13:00 , agg. alle 13:13

Il vicedirettore de “Il Messaggero”, Alvaro Moretti, e la direttrice artistica di Radio Zeta, Federica Gentile, sono stati ospiti questa mattina durante “Non Stop News” con Enrico Galletti, Luigi Santarelli e Massimo Lo Nigro

IL FUTURE HITS LIVE 2022

Durante il Future Hits Live 2022, andato in onda esattamente una settimana fa, c’erano cinquemila giovani tra la folla. Un momento importante per loro, visti gli ultimi due anni. “I giovani sono tornati insieme dopo due anni, anni in cui gli sono state negate tante cose, tante prime esperienze di socializzazione”, ha detto la direttrice artistica di Radio Zeta. “Questa è una generazione fortemente consapevole di sé, con un’identità non ideologica. Le istanze principali di questa generazione non sono ideologiche, sono concrete e riguardano il loro futuro”.
La scorsa settimana abbiamo visto una serie di ragazzi che in questo momento sono alle prese con la loro passione, sono giovanissimi, hanno ottenuto di essere su quel palco”, ha detto Alvaro Moretti. “Tanti sono alle prime armi e per loro l’obiettivo è provare a immaginarsi in una proiezione di lavoro e il tema per noi adulti è quello di accompagnarli”.
Il Future Hits Live 2022 è stato un evento importante sotto molti punti di vista. Lo show della scorsa settimana è stato infatti qualcosa di diverso rispetto a quanto accaduto negli ultimi anni. Il pubblico della Generazione Zeta ha potuto apprezzare in presenza per la prima volta l’esibizione di molti dei cantanti di riferimento. Il vicedirettore de “Il Messaggero” ha proseguito: “Nel Sanremo non in presenza c’era Madame, le ho chiesto cosa avesse provato a cantare senza pubblico e lei ha detto che per lei era normale, che di concerti ne aveva fatti pochi nella sua vita. Adesso è interessante vedere come i ragazzi del Future Hits Live 2022 costruiranno le loro carriere e come si comporteranno sulle due ore di concerto”.

I SEGRETI DEL SUCCESSO DEL FUTURE HITS LIVE 2022

Un’altra urgenza è quella di non demonizzare nessun mezzo della Generazione Zeta, come i social. Si dice che il social siano uno strumento attraverso il quale i giovani si perdono, ma in realtà hanno contribuito anche al successo del Future Hits Live 2022 con cinque milioni di persone raggiunte considerando tutti i touch point social con un ottimo engagement del 5,2%. Quali sono stati i segreti del successo del Future Hits Live 2022? “Sono stati tutti gli ingredienti e gli elementi citatati finora, quindi una straordinaria generazione con un’urgenza di comunicazione e di rappresentazione di sé importante che con gli anni si svilupperà in un modo piuttosto che in un altro. D’altra parte, ci vuole qualcuno che glielo consenta. Il successo di questo evento non sarebbe stato possibile senza una squadra di professionisti dietro e una visione del futuro, senza visione non si va da nessuna parte”, ha detto Federica Gentile. “Qui c’era il top assoluto dei professionisti del nostro Paese e del gruppo RTL 102.5: Fabio Marcantelli, produttore esecutivo che, pur a distanza a seguito di un importante infortunio, ha lavorato molto ed è riuscito a mettere insieme una macchina pazzesca. Lina Pintore, per la line-up musicale, e tutto il team musica di RTL 102.5 hanno avuto un fiuto straordinario nell’intercettare le tendenze dei ragazzi. C’erano trenta artisti, molti di questi scoperti prima ancora che esplodessero nel mercato. Ma anche la regia di Luigi Antonini, che è uno dei registi più bravi a trasmettere le emozioni soprattutto del prodotto musicale. Le luci di Francesco De Cave, il direttore di fotografia più bravo al mondo, e la visione di chi è al timone di tutto questo, ovvero il nostro editore, Presidente e imprenditore Lorenzo Suraci, che da trent’anni determina il mercato della radiofonia in Italia. Se il mercato radiofonico in Italia è quello che vediamo oggi, è grazie alle intuizioni di Lorenzo Suraci, prima con la frequenza nazionale, poi con la radiovisione, ora con una radio dedicata alla Generazione Zeta. Abbiamo fatto la radio sul palco, abbiamo fatto dei cambi di palco in quarantaquattro secondi, una velocità incredibile”.
Roma sta esprimendo un’atmosfera musicale eccezionale, avete visto tanti artisti romani e della zona di Roma”, ha detto Alvaro Moretti. “Con il giornale ho intuito alcune cose, durante la settimana mi arrivavano telefonate per avere dei posti, visto che era tutto sold out. Questo succede per gli internazionali di tennis, ti chiama chiunque per avere un posto”.

INVESTIRE NEI GIOVANI

Quanto è popolare oggi investire nei giovani? Ci sono interi settori in cui è difficile e impopolare aprirsi alle nuove generazioni. “Penso che la differenza vera la fa qualcuno che riesce a vedere qualcosa dove ancora non è ancora disegnata”, ha detto Alvaro Moretti. “In Italia c’è questa visione? In generale no. Quando c’è è estremamente rara e bisogna lottare per progettare il futuro quando si ha questa visione. Allo stesso tempo mi aspetto da questa generazione che mi venga sbattuta in faccia questa visione, in modo che io possa esserne colpito. Molto spesso quello di cui i ragazzi della generazione zeta non si accorgono è di quanto questa cosa possa piacere ai boomer”.

STARE INSIEME NON VUOL DIRE PIÙ ASSEMBRAMENTO

Grazie per avermi richiamato per quest’emergenza giovani. È stata un’emergenza importante per la città la settimana scorsa, improvvisamente siamo stati travolti da un uragano”, ha detto Alvaro Moretti. “C’è stato un atto di responsabilità da parte dei giovani durante il lockdown che francamente mi ha sorpreso. Ho visto tantissimi ragazzi capire che certi gesti imprudenti potevano essere molto costosi nei confronti dei loro nonni, c’è stata una responsabilità nei confronti delle altre generazioni, soprattutto più anziane, che mi ha abbastanza sorpreso”.
Durante la pandemia, abbiamo tutti perso due anni di vita, specialmente i giovani. “In quell’età lì sono due anni importanti, fondamentali. Sono anni che non torneranno, saranno anni diversi che ricorderanno”, ha detto Moretti. “Non possiamo non immaginare che non pesino questi anni, anche solo su alcuni comportamenti”.


A “Non Stop News" questa mattina protagonista la Generazione Zeta. A una settimana dal Radio Zeta Future Hits Live 2022 ospite il vicedirettore de "Il Messaggero" Alvaro Moretti: "Ci sono interi settori in cui è difficile aprirsi alle nuove generazio
Alvaro Moretti: una settimana fa l’evento Radio Zeta Future Hits Live
Tags: Alvaro Moretti, Future Hits Live 2022, Generazione Zeta, Radio Zeta

Share this story: