Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Roma: oggi al via gli esami di maturità per 500mila studenti, si comincia con il tema di italiano
- Calcio: Michel Platini fermato in Francia, interrogato nell'inchiesta sulla presunta corruzione per l'assegnazione dei mondiali, è stato rilasciato in nottata
- Calcio: inchiesta sull'assegnazione al Qatar dei Mondiali 2022, Platini respinge le accuse di corruzione, sono estraneo ai fatti
- Brescia: un bambino di un anno è ricoverato in gravi condizioni, avrebbe ingerito cocaina, medici, sta migliorando
- Roma: Andrea Camilleri in rianimazione, gravi ma stabili le condizioni dello scrittore, i medici, ha una fibra forte
- Napoli: premier Giuseppe Conte, recuperato clima di fiducia con Salvini e Di Maio dopo toni veementi della campagna elettorale
- Gran Bretagna: il ministro Tria torna a bocciare i minibond, strumento illegale, Salvini, le tasse vanno abbassate
- Portogallo: simposio delle banche centrali, presidente della Bce Draghi, rischio inflazione, Eurozona resta debole
- Roma: Istat, 1, 8 milioni di famiglie italiane vivono in povertà assoluta, pari a circa 5 milioni di persone
- Calcio: mondiali femminili, Italia-Brasile 0-1, azzurre qualificate agli ottavi come prime del girone
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
05 giugno 2019

A Portsmouth le celebrazioni per i 75 anni dal D-Day

Il 5 giugno del 1944 le truppe alleate partirono per la Normandia, dove sbarcarono il 6, alle commemorazioni anche la Regina Elisabetta e Trump

Le note di God Save the Queen e dell'Inno ai Caduti britannico hanno aperto stamattina a Portsmouth, in Gran Bretagna, la commemorazione dei 75 anni del D-Day, con i leader di 15 Paesi alleati, oltre che della Germania, riuniti attorno alla regina Elisabetta: tutti in piedi ad applaudire i reparti schierati e una rappresentanza di reduci ormai ultranovantenni. In prima fila, ai due lati della sovrana, vestita di rosa, e del principe Carlo, la premier britannica uscente Theresa May e il presidente Usa, Donald Trump, con la first lady Melania, al terzo e ultimo giorno della visita di Stato nel Regno. Presenti pure i leader dei Paesi coinvolti nello sbarco in Normandia, nel giugno 1944, il più imponente della II guerra mondiale e della storia, e Angela Merkel, per la Germania sconfitta. Donald Trump è salito sul palco allestito nella località da cui partirono i soldati che parteciparono allo sbarco e ha letto la preghiera scritta per l'occasione dal presidente Franklin Delano Roosevelt. La Regina Elisabetta ha ricordato chi cadde per la causa della libertà e ha poi ringraziato i veterani superstiti. "Quella generazione, la mia generazione, è resistente": così, con un tocco di fierezza, la sovrana, 93 anni, ha poi chiuso le commemorazioni. Quindi, rivolgendo il pensiero ai caduti e ai veterani ancora superstiti, una semplice parola finale: "Grazie". Sul palco anche un 98enne, capace di commuovere tutti con poche parole. Ha detto che quel giorno era terrorizzato.

A Portsmouth le celebrazioni per i 75 anni dal D-Day