A Santo Stefano è Boxing Day. Tra un aiuto ai meno fortunati, la corsa ai saldi e il calcio

26 dicembre 2021, ore 13:00

Nel mondo anglosassone la giornata di oggi, St Sthephen, viene celebrata con la caccia agli sconti. Ma nel corso degli anni, accantonata la condivisione familiare dell’Ottocento, è stata assorbita anche dallo sport

Se vi trovate, durante queste festività, in uno qualsiasi dei Paesi del Commonwealth delle nazioni, Regno Unito, Canada, Nuova Zelanda, Australia, Guatemala, solo per citarne alcuni, ci sono delle tradizioni che vengono osservate nel giorno di Santo Stefano, St Sthephen. La festività è basata sul regalare doni ai membri meno fortunati della società. Contemporaneamente, il Boxing Day in molti paesi è associato all'inizio dei saldi specialmente per il mercato dell'abbigliamento: diversamente dall'Italia, la quasi totalità dei negozi rimane aperta e viene letteralmente presa d'assalto dai clienti, anche se negli ultimi anni il fenomeno si è ridotto. Negli anni il Boxing Day è stato inglobato dal mondo dello sport, dalla Premier League alle corse dei cavalli, al rugby. Purtroppo è ufficiale almeno due match di calcio, Liverpool-Leeds e Wolverhampton-Watford, sono stati già rinviati su richiesta dei club alle prese con alcuni casi di Covid.

LE ORIGINI DEL BOXING DAY

Il 26 dicembre, secondo l’usanza nata nell’Ottocento, si regalano doni a membri meno fortunati della società. Allora la servitù delle famiglie britanniche più agiate riceveva scatole contenenti doni e gli avanzi del ricco pranzo di Natale, al personale veniva concessa libera questa giornata, per far visita alle proprie famiglie. Altra possibile origine è legata invece alla tradizione Cristiana, “la scatola” (box in inglese) sarebbe una cassetta per le donazioni esposta per tutto il periodo di Natale nelle chiese, aperta per l'appunto il 26 Dicembre, per distribuire fra i poveri del quartiere quanto raccolto. Con il passare degli anni, questa giornata di riposo dopo il Natale trova collocazione nella caccia alla volpe oppure più semplicemente alla caccia ai saldi e sicuramente nel riutilizzare i cibi avanzati dal giorno precedente. Accantonata la condivisione familiare dell’Ottocento, scatole e doni, il Boxing Day è stato assorbito dallo sport.

A Santo Stefano è  Boxing Day. Tra un aiuto ai meno fortunati, la corsa ai saldi e il calcio

LA CURIOSITA’ TUTTA IRLANDESE

In alcune zone d’Irlanda si celebra il Wren Day, ovvero una parata molto particolare. Dopo il lauto pranzo del 25 dicembre, nel giorno di Santo Stefano inizia la caccia al Wren, ossia allo scricciolo. Protagonisti assoluti sono dei ragazzi che sfilano in maschera, una sorta di rievocazione pagana che secondo alcuni è stata introdotta nientedimeno dai vichinghi. Che cos’è lo scricciolo? E’ un uccello dalle dimensioni molto piccole, ma la caccia si svolge in modo figurato e quindi non si fanno vittime. I ragazzi, chiamati wren boys, inscenano la cattura dell’uccello reale con lo scricciolo catturato – si fa per dire poiché l’uccello è finto – legato al palo del leader e mostrato alla folla.

Tags: Boxing Day, Calcio, Doni, Paesi anglosassoni, Saldi, Sport

Share this story: