Addio a Guglielmo Epifani, una vita a sinistra fra sindacato (Cgil), Partito Democratico e Liberi e Eguali

07 giugno 2021, ore 18:37 , agg. alle 09:30

E’ stato l’artefice della grande protesta di piazza contro la riforma dell’articolo 18 voluta dal governo Berlusconi. Del Pd è stato pure segretario, ma nel 2017 lascia per i dissensi con Matteo Renzi, e assieme a Pierluigi Bersani sceglie l’approdo a Leu

La notizia arrivata improvvisa poco prima delle 17, e interrompe la riunione in corso al Nazareno, la sede del Partito Democratico, tra i leader dei sindacati e il segretario del Pd Letta. Cioè, i due mondi principali di Guglielmo Epifani, assieme all’attuale esperienza parlamentare come deputato in Leu, Liberi e Eguali.


La carriera

Cofferati si spegne a 71 anni dopo una breve malattia e un ricovero di una settimana ma tutto comincia dopo la laurea in filosofia, nella casa editrice della Cgil, poi nel 1990 entra nella segreteria confederale e nel 2002, dopo l’addio di Cofferati, diventa il segretario generale per 8 anni. È l’artefice della grande protesta di piazza contro la riforma dell’articolo 18 voluta dal governo Berlusconi. Dopo il sindacato c’è la politica nel Pd, di cui è segretario da maggio a dicembre del 2013. Nel 2017 lascia per i dissensi con l’allora leader Matteo Renzi, e assieme a Pierluigi Bersani sceglie l’approdo a Leu.


Le reazioni

Tantissimi i messaggi e le dichiarazioni di cordoglio da parte di tutto il mondo politico e istituzionale, per una volta compatto e unito. Il premier Draghi parla di "esempio di partecipazione democratica e sociale a favore dei più deboli". «Una grande mancanza, una vita per il sindacato», ha detto Maurizio Landini, attuale segretario della Cgil. «Ciao Guglielmo, uomo forte, gentile, colto, paziente e intransigente. Un dolore per tutti noi, e siamo tanti, che ti abbiamo voluto un grande bene», ha scritto su Twitter Dario Franceschini, ministro della Cultura. «Sconvolge e addolora la scomparsa di Epifani, un signore della politica come ce ne sono pochi», ha detto in una nota il presidente dei senatori di Italia viva, Davide Faraone. ″Esprimo profondo cordoglio di tutti i democratici e democratiche alla moglie. Ricordo il ruolo fondamentale che ha avuto come leader Pd, in un momento difficile”, ha affermato il segretario Pd, Enrico Letta, davanti al Nazareno. A ricordarlo anche il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta: «Compagno di tante battaglie. Collega deputato, gentile, serio, equilibrato, ha speso la sua vita da una parte sola: dalla parte dei lavoratori». La scomparsa di Epifani «lascia un grande vuoto. Era un riferimento del mondo sindacale, della sinistra, del nostro partito. Una persona dotata di grande umanità, capacità di ascolto e spirito di servizio sincero», ha aggiunto il ministro del Lavoro, Andrea Orlando. Così la deputata del Pd, Laura Boldrini: «Mi mancherà, e mancherà a tante e tanti di noi. Ha speso la sua vita a sostegno di lavoratrici e lavoratori». "Eravamo su posizioni politiche diverse ma ho sempre apprezzato la sua passione, la sua competenza e la sua capacità di confrontarsi. Se ne va una persona stimabile e perbene", ha detto Giorgia Meloni, presidente di Fdi.

Addio a Guglielmo Epifani, una vita a sinistra fra sindacato (Cgil), Partito Democratico e Liberi e Eguali
Tags: cgil, Epifani, Letta, Pd

Share this story: