Amministrative, il rebus-Milano continua a tenere banco nel centrodestra, avanza l’idea di Maurizio Lupi

10 giugno 2021, ore 18:50 , agg. alle 09:11

Per Salvini-Meloni-Berlusconi da risolvere pure la partita di Bologna, e per quanto riguarda la corsa nel capoluogo emiliano la scelta dovrebbe vertere tra il senatore di Forza Italia Andrea Cangini e l'editore Roberto Mugavero. Mercoledì il nuovo vertice

Dopo la designazione del ticket Michetti-Matone a Roma, per il centrodestra è stallo invece su Milano, dove la coalizione fatica a individuare un civico che possa insidiare la corsa del sindaco Dem Beppe Sala, in cerca della riconferma. Tanto che torna a prendere quota la possibilità che il candidato sia un politico, ovvero il leader di noi con l'Italia Maurizio Lupi.


Il nodo milanese

Così, mentre Paolo Damilano è stato ufficialmente indicato come candidato sindaco a Torino, per Milano e Bologna si è deciso di rinviare ogni decisione alla settimana prossima. Per quanto riguarda la corsa nel capoluogo emiliano, la scelta dovrebbe vertere tra il senatore di FI Andrea Cangini e l'editore Roberto Mugavero. Ma è soprattutto il nodo Milano a tenere banco nel centrodestra. Salvini si è preso un'altra settimana di tempo per fare approfondimenti sulla rosa dei candidati. A meno che non abbia una carta coperta, i nomi dei civici che si sono fatti al tavolo del centrodestra sono sempre gli stessi: l'ex amministratore delegato di Telecom Italia Riccardo Ruggiero, il primario di Pediatria all'Ospedale Buzzi Gianvincenzo Zuccotti (già tra i nomi che circolavano come sostituto di Giulio Gallera all'assessorato lombardo al Welfare, prima dell'indicazione di Letizia Moratti), il genero di Ennio Doris, Oscar di Montigny (incontrato di recente da Salvini), e il manager Fabio Minoli. Mentre sarebbero in discesa le 'quotazioni' di Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia, e del prof della Bocconi Maurizio Dellocchio.


La Capitale

Nella Capitale invece si è aperta ufficialmente tra i partiti la sfida per le amministrative d'autunno. Il professore di Diritto degli enti locali Enrico Michetti e l'ex pm Simonetta Matone sono stati scelti per sfidare la sindaca M5s uscente Virginia Raggi, in corsa con il favorito alle primarie del centrosinistra, il dem Roberto Gualtieri, e il leader di Azione, Carlo Calenda. "Siamo felici e contenti. Venerdì presentiamo la squadra su Roma", assicura Matteo Salvini. "Candidato poco noto? Gireremo insieme per Roma. il modello è la competenza, l'opposto del disastro Raggi", dice Giorgia Meloni, tra le più convinte sostenitrici di Michetti. il quale promette: "Roma tornerà Caput Mundi". Mentre, sull'altro fronte, quello del centrosinistra, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti chiarisce: "La mia candidatura nella Capitale avrebbe messo a rischio la Regione". "Vinceremo in tutte le 5 grandi città che andranno al voto", garantisce l'ex segretario del Pd.
Amministrative, il rebus-Milano continua a tenere banco nel centrodestra, avanza l’idea di Maurizio Lupi
Tags: Lupi, Milano, Roma, Salvini

Share this story: