Ariana Grande, drone rilascia volantini nazisti

 07 maggio 2019

Il fatto è successo prima di un live della popstar americana, appena fuori dallo stadio dove ha poi tenuto il concerto

Un drone ha lasciato cadere volantini con svastiche e messaggi anti-media nei pressi di un concerto di Ariana Grande. I fan stavano facendo la fila fuori dal Golden 1 Center di Sacramento, in California, quando hanno avvistato i volantini, che mostravano il simbolo nazista su uno sfondo rosso. Sui volantini, che sono stati anche "sganciati" ad un evento della Sacramento State University, c'erano scritte frasi come "la stampa è il nemico" e che accusavano i media e il governo di essere "infiltrati" da "prostitute e criminali". 
Ariana Grande, drone rilascia volantini nazisti
Poco dopo il fatto, il rettore dell'Università, Robert S. Nelsen, ha denunciato "nei termini più forti la diffusione dell'odio e della propaganda". "L'atto anonimo di diffondere questo materiale vile è offensivo e contrasta con i principi di inclusione e diversità praticati nello nostra università". La responsabilità dell'atto non è ancora stata rivendicata ma secondo quanto riportato dal sito BuzzFeed, su alcuni volantini ci sono stampate le parole "Tracy Mapes 2018". Mapes, un uomo di 57 anni originario di Sacramento, è stato precedentemente arrestato nel 2017 per aver compiuto un atto simile in cui aveva lasciato cadere volantini anti-NFL fuori da due partite, a Oakland e Santa Clara. Si ritiene che Mapes abbia pubblicato foto di droni aerei su Facebook solo pochi giorni prima dell'ultimo fatto.

Share this story: