Arriva il passaporto vaccinale contro il Covid-19, permetterà una maggior libertà di movimento nei Paesi della Ue

28 marzo 2021, ore 18:00
agg. 01 aprile 2021, ore 15:54

Il capo della task force sui vaccini Thierry Breton ha annunciato durante una intervista, l’arrivo del passaporto vaccinale europeo; il documento permetterà una maggiore libertà di movimento all’interno dei Paesi della Ue

Si profila di nuovo la possibilità di viaggiare all’interno dell’Unione europea, infatti, oggi il commissario europeo all'Industria e capo della task force sui vaccini, Thierry Breton ha annunciato, durante una intervista, che dal prossimo 15 giugno potrebbe essere disponibile in Europa un passaporto vaccinale che permetterà una maggiore libertà di movimento, ma solo a chi si è vaccinato contro il Covid-19.


Di cosa si tratta

Il passaporto europeo che ci permetterà di riprendere a viaggiare all’interno dei paesi dell’Unione sarà un certificato disponibile sia in formato cartaceo, che digitale, ha spiegato Breton, durante l’intervista. Sarà dotato di un “codice QR”, ovvero una sorta di codice a barre nel quale sono inseriti dei dati che si possono leggere tramite uno smartphone, e conterrà le indicazioni del tipo di vaccino ricevuto. Ma non solo, tra i dati saranno inserite informazioni legate alla malattia, ovvero se uno è stato contagiato dal coronavirus e se si hanno anticorpi. Il documento sarà disponibile in tutti i 27 Paesi dell'Unione europea e sarà su base volontaria. Senza questo certificato, in determinate circostanze, occorrerà dimostrare di aver fatto un test negativo al Covid. Il passaporto vaccinale sarà disponibile in tutte le lingue della Paesi della Ue.


A cosa serve?

Il passaporto europeo che dovrebbe arrivare dal prossimo 15 giugno potrà essere richiesto per viaggiare in aereo, oppure partecipare ad un evento, oppure ancora, entrare in un luogo pubblico. L'obiettivo, secondo il capo della task force sui vaccini, Thierry Breton è quello di “ritrovare la capacità di convivere senza essere un rischio” e “avere la capacità di riaprire le attività”.


Soddisfatto il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli

Il passaporto vaccinale “sarà uno strumento per una riapertura ordinata, soprattutto una certificazione delle persone che possiamo considerare fuori pericolo e meno pericolose” ha detto il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. Il Parlamento europeo voterà questo provvedimento il prossimo 26 aprile. Intanto l’obiettivo dell’Europa è quella di vaccinare almeno il 70% dei cittadini entro la fine dell'estate.


L’Italia

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, in una intervista al quotidiano Il Messaggero auspica “un'estate con meno limitazioni e viaggi con il pass vaccinale”. Inoltre ha annunciato che da fine aprile partirà una campagna vaccinale in farmacia, e aperture graduali a partire dal mese di maggio. Speranza ha detto che  “si vedono i primissimi segnali di contenimento del contagio che sono effetto delle misure attuate che stanno funzionando”, anche se ha messo in guardia sulla situazione, che, ha detto “è ancora molto seria”.


Arriva il passaporto vaccinale contro il Covid-19, permetterà una maggior libertà di movimento nei Paesi della Ue
Tags: Covid, Passaporto vaccinale, Unione europea

Share this story: