Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Roma: tensioni nella maggioranza, premier Conte, nessun Consiglio dei ministri prima delle elezioni Europee
- Roma: Salvini, io toglierei l'abuso d'ufficio, ci sono sindaci che non firmano niente per paura di essere indagati
- Milano: bimbo di 2 anni ucciso in casa, sul corpo segni di violenza, fermato il padre 25enne che era fuggito
- Roma: Istat, tagliate le stime sul Pil, nel 2019 + 0,3% da 1,3 previsto a novembre, disoccupazione al 10,8%
- Campobasso: rivolta nel carcere, barricati venti detenuti, la Polizia Penitenziaria dice che la situazione è sotto controllo
- Roma: Confindustria, assemblea annuale, il presidente Vincenzo Boccia, l'Italia non riparte con lo slancio necessario
- Siria: rilasciato l'italiano Alessandro Sandrini, era stato rapito nel 2016 vicino al confine con la Turchia
- Monteriggioni (Si): finisce in una scarpata un autobus con a bordo comitiva dell'est Europa, morta una donna, 37 i feriti
- Palermo: domani 27esimo anniversario della strage di mafia a Capaci, partita da Civitavecchia la Nave della Legalità
- Napoli: stop alle attività sanitarie programmate all'Ospedale Cardarelli, scarseggia la biancheria pulita
- Calcio: Sarri su possibile arrivo alla Juventus, per decidere il mio futuro voglio sapere se il Chelsea è contento di me
- Ciclismo: Giro d'Italia, a Novi Ligure vittoria di tappa per l'australiano Ewan, Valerio Conti sempre in maglia rosa, ritirato Elia Viviani
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
15 maggio 2019

Auto rubate e rivendute, quattro arresti nel Napoletano

Le vendite avvenivano attraverso annunci on line con l'intermediazione di un finto rivenditore titolare di una ditta individuale

Quattro misure cautelari ai danni di altrettanti indagati residenti tra Castellammare di Stabia e Gragnano, l’accusa è aver messo su un'organizzazione specializzata nel riciclo di auto rubate, da rivendere poi ad ignari acquirenti. Le vendite avvenivano attraverso annunci on line con l'intermediazione di un finto rivenditore titolare di una ditta individuale. Il meccanismo è stato scoperto grazie ad un'indagine coordinata dalla Procura di Torre Annunziata (Napoli) e condotta dai carabinieri della stazione di Pompei. Ha portato all'esecuzione da parte dei militari della compagnia di Torre Annunziata di quattro misure cautelari ai danni di altrettanti indagati residenti tra Castellammare di Stabia e Gragnano. Le quattro persone, tutte già note alle forze dell'ordine, sono accusate a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione e al riciclaggio di auto rubate e truffa. L'indagine ha permesso di fare luce sul riciclaggio di alcune vetture e parte di altre rinvenute e sequestrate a Pompei nel febbraio 2018, quando fu fermato uno dei quattro arrestati, sorpreso alla guida di un furgone con all'interno le parti già sezionate di una auto rubata a Somma Vesuviana. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, ognuno dei quattro indagati aveva un ruolo preciso all'interno dell'organizzazione. Due sono finiti in carcere, gli altri due sono stati raggiunti da altrettanti provvedimenti di divieto di dimora in Campania.

Auto rubate e rivendute, quattro arresti nel Napoletano