Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
-
-
-
- Basilicata: il candidato del Centrodestra Vito Bardi vince le elezioni regionali con oltre il 42% delle preferenze
- Usa: Russiagate, conclusioni procuratore Mueller, nessuna collusione fra Trump e Mosca, Trump, no collusione, no ostruzione, manteniamo grande l'America
- Roma: ius soli, sindaco Milano Sala, Salvini evita il dibattito, è polemica dopo le affermazioni del ministro dell'Interno sul bambino di origine straniera che ha lanciato l'allarme dal bus sequestrato nel milanese
- Lecce: il premier Conte, la mia esperienza politica termina con l'attuale governo
- Londra: Brexit, raccolte oltre 5 milioni di firme per revocare uscita dall'Ue, premier May convoca una riunione di crisi
- Torino: giovane violentata nel parco del Valentino, arrestato il presunto aggressore, è originario della Guinea e irregolare
- Reggio Emilia: neonato di 5 mesi è morto dopo essere stato sottoposto a circoncisione clandestina in casa, i genitori hanno origine ghanese
- Calcio: l'Italia è a Parma, martedì gli azzurri affronteranno il Liechtenstein in una gara per le qualificazioni ai prossimi Europei
- Sport: Biathlon, Dorothea Wierer vince la Coppa del Mondo, la prima italiana della storia
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
14 gennaio 2019

Battisti, Torregiani a RTL 102.5, Non ha mai voluto farsi perdonare

Ai microfoni di Non Stop News parla il figlio del gioielliere Pierluigi, ucciso a Milano da tre membri dei Pac nel 1979

Alberto Torregiani, figlio del gioielliere Pierluigi, ucciso a Milano da tre membri dei Proletari Armati per il Comunismo, i Pac, ha commentato ai microfoni di Non Stop News la cattura del terrorista Cesare Battisti, condannato come mandante di quella rapina: "Purtroppo mio padre ai tempi della rapina, nel 78-79, era un gioielliere noto a Milano, un qualcosa che ovviamente poteva dare fastidio a certi settori, come il proletariato. Ovviamente, dopo l'incidente il peso di quel cognome era impresso nella memoria delle persone, e questo ricadeva anche su di me". Alberto Torregiani, costretto sulla sedia a rotelle in seguito al ferimento avvenuto proprio durante la rapina alla gioielleria del pa​dre, ha proseguito: "Avendo due cognomi, perché io ero stato adottato dalla famiglia Torregiani, ho usato il primo cognome e sono riuscito a vivere la mia vita in carrozzina in modo tranquillo. Ho lasciato Milano e mi sono trasferito in una città in cui a parte familiari e pochi conoscenti, nessuno sapeva chi ero. Questo però questo non mi ha fatto vivere i relativi benefici derivati dalla condizione, dal mio essere in carrozzina, ecco perché dico che sono stato un latitante". Alla domanda se avrebbe piacere ad averlo di fronte, Torregiani ha risposto: "Non c'è stata mai la possibilità di averlo di fronte, non c'è mai stata la volontà da parte sua di avere il perdono, cioè di voler voltare pagina, ammettendo la sue gesta negative. io poi non mi tiro indietro se mi viene chiesto un confronto. La cosa strana è che tutto sta succedendo in un batter d'occhio di 37 anni di attesa; l'atteggiamento di Battisti in vita libera, i suoi sorrisi, al di là del fatto di aver fatto arrabbiare me e le altre famiglie delle vittime, ha fatto arrabbiare anche persone che non c'entravano nulla, e​ ho sentito persone esprimersi condannando in modo molto forte Battisti".

Battisti, Torregiani a RTL 102.5, Non ha mai voluto farsi perdonare

Il figlio del gioielliere Pierluigi, ucciso a Milano da tre membri dei Pac è intervenuto in Non Stop News, condotto da Giusy Legrenzi, Fulvio Giuliani e Pierluigi Diaco. Puoi seguire RTL 102.5 in RADIOVISIONE sul canale 36 del digitale terrestre, 750 di Sky, in FM, Digital Radio, dal sito internet ufficiale, dall’App e dai nostri social! Sito internet: http://www.rtl.it Facebook: https://www.facebook.com/RTL102.5/ Twitter: https://twitter.com/rtl1025 Instagram: https://www.instagram.com/rtl1025/