Bitcoin, il congresso di El Salvador approva l'uso legale della criptovaluta, potrebbe essere una svolta

09 giugno 2021, ore 20:30

Potrà essere usata in tutti i frangenti, per acquisti di beni e servizi, per saldare debiti espressi in dollari, per pagare le tasse, esulta il presidente Nayd Bukele


Il parlamento del Salvador ha approvato il disegno di legge del presidente Nayid Bukele, per legalizzare i bitcoin, diventando cosi' il primo Paese al mondo che utilizzera' la criptovaluta come moneta reale. "La #BitcoinLaw e' stata appena approvata a maggioranza qualificata dall'Assemblea", ha scritto su Twitter il presidente subito dopo il voto. Dare corso legale a una valuta significa renderne possibile, anzi, obbligatoria l’accettazione come mezzo di pagamento. La legge contiene questa imposizione, esclude , naturalmente, chi non abbia accesso alla tecnologia necessaria per accettare criptovaluta. Prevede poi che tutti i debiti conteggiati in dollari possano essere saldati in bitcoin e dà la possibilità ai contribuenti di pagare le tasse in bitcoin. Inoltre, sancisce che il prezzo di qualsiasi prodotto o servizio possa essere espresso in bitcoin, il che renderà la criptovaluta un’unità di conto ufficiale nel paese. Ma ,data la forte volatilità attuale del prezzo del bitcoin nei confronti del dollaro, appare veramente difficile che i commercianti vogliano prezzare i prodotti in criptovaluta.


In parlamento grande maggioranza a favore della valuta

"Un voto storico", ha detto il 39enne presidente Nayib Bukele, fan del Bitcoin tanto da avere postato come foto sul profilo Twitter una sua immagine con il meme dei 'laser eye' popolare fra i seguaci delle valute digitali. La Bitcoin Law e' stata approvata dal Congresso di El Salvador, con 62 voti a favore su un totale di 84. La legge entrera' in vigore fra 90 giorni e il prezzo del Bitcoin sara' determinato dal mercato. La criptovaluta e' caratterizzata dai forti sbalzi di prezzo che da anni alimentano i timori sulla sua sostenibilita' , lo scetticismo dei contrari, e di quanti la giudicano solo una bolla speculativa.


Il tira e molla di Elon Musk

Malgrado il crescente interesse degli investitori istituzionali, il Bitcoin di recente e' sotto pressione, anche per l'odio-amore di Elon Musk. Il patron di Tesla, con i suoi tweet spesso più criptici della valuta, ha caratterizzato le sedute degli ultimi mesi spingendo il bitcoin in alcune occasioni alle stelle – come il picco di aprile a quasi 65.000 dollari - e in altre facendolo invece affondare. Al momento il si aggira sui 34.000 dollari e, dopo il via libera di El Salvador, ha guadagnato il 5% spingendosi a 34.229,17 dollari.


Per il paese nordamericano  potrebbe essere una svolta

Sostenuta  da molti come strumento di eccellenza per l'inclusione finanziaria, la criptovaluta potrebbe colmare  l'ampio gap di penetrazione dei servizi bancari, oltre a ridurre drasticamente i costi delle rimesse, schizzate lo scorso anno al record di quasi sette miliardi di dollari ed effettuate prevalentemente da salvadoregni che vivono e lavorano negli Stati Uniti."Portera' inclusione finanziaria, investimenti, turismo, innovazione e sviluppo economico per il paese", ha twittato Bukele poco prima del voto in Congresso caldeggiando il via libera della misura che ha fortemente voluto e che rientra nella sua idea di volersi affermare come un nuovo stile di leader per l'America latina. La sua mossa comunque non convince analisti locali e internazionale, che la ritengono azzardata, in primo luogo perche' rischia di far naufragare il programma con il Fondo Monetario Internazionale al quale si lavora da oltre un anno e determinante per il Paese.

Bitcoin, il congresso di El Salvador approva l'uso legale della criptovaluta, potrebbe essere una svolta
Tags: Bitcoin, Bukele, criptovaluta , El Salvador

Share this story: