Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Lampedusa: caso Sea Watch, la nave ha forzato il blocco ed è ferma, da ore, davanti al porto dell'isola in attesa di far sbarcare i migranti, si attendono decisioni delle autorità
- Roma: caso Sea Watch, ira di Salvini contro il comandante della nave, questo è un atto ostile, l'Olanda si faccia carico dei migranti, schierati i carabinieri in banchina
- Roma: governo, ministro Salvini, se il Movimento 5 Stelle continua con i no, trarrò le conseguenze, ma Di Maio è persona seria
- Roma: afa e caldo africano, temperature in aumento, oggi bollino rosso in sei città, appello del ministro Salute Giulia Grillo, al pronto soccorso solo se necessario
- Francia: Notre-Dame, l'incendio dello scorso aprile causato forse da una sigaretta spenta male oppure da un cortocircuito, scartata l'ipotesi dolosa
- Manduria (Ta): anziani torturati da baby gang, altri 9 nuovi arresti, otto sono minorenni, spunta una terza vittima
- Roma: riapre dopo 246 giorni la fermata della metro A di Piazza della Repubblica, resta chiusa, invece, Barberini
- Calcio: i mondiali femminili in Francia, appuntamento su Rtl 102.5, sabato, dalle 15, per Italia-Olanda, chi vince va in semifinale
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
16 aprile 2019

Bosco in fiamme dopo grigliata, 27 milioni di multa

A finire nei guai sono due ragazzi comaschi, distrutti 1000 ettari di terreno

Oltre 27 milioni di euro: è questo il conto salatissimo che due ragazzi comaschi si sono visti recapitare dai carabinieri della Forestale per un immenso incendio che sono accusati di aver causato lo scorso 30 dicembre nella zona dell'Alto Lago di Como. Il tutto per una legge regionale approvata dalla Lombardia nel 2008 che prevede una multa per chi "distrugge o danneggia a mezzo fuoco, o danneggia la rinnovazione forestale" calcolata sull'area devastata. Fatti i dovuti calcoli, la sanzione è di 13,5 milioni di euro per ciascuno, come ha precisato il colonnello Carlo Chiavacci, comandante del gruppo Carabinieri forestale di Como. D'altronde il rogo è durato alcune settimane a causa del forte vento e ha distrutto circa mille ettari di terreno, soprattutto boschivo. Le indagini per arrivare ai colpevoli hanno utilizzato metodologie scientifiche che permettono di seguire le fiamme a ritroso in modo da capire da dove sono partite. Questi dati, incrociati a documentazione fotografica e video, hanno fatto identificare il punto da cui sarebbe iniziato l'incendio, ovvero un barbecue fatto fuori dalla baita del nonno di uno dei due ventenni. Per questo i due studenti sono stati indagati e il sostituto procuratore di Como Simona De Salvo ha comunicato la conclusione delle indagini: per loro l'accusa è di incendio colposo in concorso. Un incendio reso ancora più grave dal fatto che ha minacciato le case della zona e ha causato danni ambientali consistenti.

Bosco in fiamme dopo grigliata, 27 milioni di multa