Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Sri Lanka: ancora paura a Colombo, esplode un'autobomba, durante operazioni disinnesco, il bilancio degli attentati arriva a 290 morti, oltre 500 feriti, nessun italiano
- Sri Lanka: le indagini hanno portato all'arresto di 24 persone, in azione 7 kamikaze di una rete jihadista locale, ma con appoggi internazionali
- Vaticano: Papa Francesco al Regina Coeli del Lunedì dell'Angelo ricorda lo Sri Lanka, tutti condannino gesti disumani, senza possibili giustificazioni
- Roma: una polemica sul nulla, il commento di Matteo Salvini cerca di spegnere la bufera per la foto, in cui impugna un mitra, postata ieri
- Roma: Pasquetta, italiani nel pieno delle tradizionali gite e grigliate, nonostante il tempo non buono al centro-sud, disagi per il vento in Sicilia
- Malta: catturato a Malta il latitante della 'ndrangheta Antonio Ricci, esulta il ministro Salvini, grazie a Malta e alle forze dell'ordine, nessuna tregua per latitanti
- Roma: oggi è la Giornata Mondiale della Terra, l'Earth Day, è stata istituita per richiamare l'attenzione sulla tutela del pianeta
- Calcio: alle 19.00, il posticipo della 33° giornata in Serie A Napoli-Atalanta, gli azzurri vogliono blindare il 2° posto, i bergamaschi sognano la zona-Champions League
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
16 aprile 2019

Bosco in fiamme dopo grigliata, 27 milioni di multa

A finire nei guai sono due ragazzi comaschi, distrutti 1000 ettari di terreno

Oltre 27 milioni di euro: è questo il conto salatissimo che due ragazzi comaschi si sono visti recapitare dai carabinieri della Forestale per un immenso incendio che sono accusati di aver causato lo scorso 30 dicembre nella zona dell'Alto Lago di Como. Il tutto per una legge regionale approvata dalla Lombardia nel 2008 che prevede una multa per chi "distrugge o danneggia a mezzo fuoco, o danneggia la rinnovazione forestale" calcolata sull'area devastata. Fatti i dovuti calcoli, la sanzione è di 13,5 milioni di euro per ciascuno, come ha precisato il colonnello Carlo Chiavacci, comandante del gruppo Carabinieri forestale di Como. D'altronde il rogo è durato alcune settimane a causa del forte vento e ha distrutto circa mille ettari di terreno, soprattutto boschivo. Le indagini per arrivare ai colpevoli hanno utilizzato metodologie scientifiche che permettono di seguire le fiamme a ritroso in modo da capire da dove sono partite. Questi dati, incrociati a documentazione fotografica e video, hanno fatto identificare il punto da cui sarebbe iniziato l'incendio, ovvero un barbecue fatto fuori dalla baita del nonno di uno dei due ventenni. Per questo i due studenti sono stati indagati e il sostituto procuratore di Como Simona De Salvo ha comunicato la conclusione delle indagini: per loro l'accusa è di incendio colposo in concorso. Un incendio reso ancora più grave dal fatto che ha minacciato le case della zona e ha causato danni ambientali consistenti.

Bosco in fiamme dopo grigliata, 27 milioni di multa