Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Palermo: oggi il 27esimo anniversario della strage di Capaci, furono assassinati il giudice Falcone, la moglie e tre uomini della scorta
- Roma: anniversario strage Capaci, presidente della Repubblica Mattarella, il loro sacrificio motore di riscossa civile, premier Conte, obiettivo fare terra bruciata alla mafia
- Gran Bretagna: seggi aperti nel Paese per le elezioni europee, oggi si vota anche in Olanda
- Milano: bimbo di due anni morto in casa, parla il padre, l'ho picchiato, non credevo che l'avrei ucciso
- Novara: la Questura indaga su morte di un bambino di neppure due anni, giunto in ospedale ormai privo di vita
- Pavia: ragazzo di 15 anni bullizzato e picchiato a scuola, rischia di perdere la vista da un occhio, i genitori denunciano vessazioni durate mesi
- Roma: rapporto Agenzia Entrate-Abi, mercato immobiliare al top dal 2010, +6.5% nel 2018
- Calcio: l'agenzia Agi annuncia il clamoroso accordo fra la Juventus e Pep Guardiola, 24 milioni di euro all'anno per 4 anni, nessuna conferma ufficiale, il titolo vola in Borsa
- Formula 1: oggi prime sessioni di prove libere in vista del Gran Premio di Monaco, volano le Mercedes, la Ferrari insegue, la F1 ricorda Niki Lauda
- Ciclismo: Giro d'Italia, Benedetti vince la 12esima tappa da Cuneo a Pinerolo, maglia rosa per Polanc
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
05 dicembre 2018

Bullismo, ragazzino costretto a rubare per pagare il capo banda

È avvenuto in una scuola media di Milano, l’inchiesta dei carabinieri ha portato ai domiciliari un 14enne

Un ragazzo di 14 anni è agli arresti domiciliari con l’accusa di essere il capo di una banda di bulli in un istituto alla periferia sud di Milano. A scuola sembra che comandasse lui, insieme a cinque o sei affiliati, picchiando e ricattando altri ragazzi. I carabinieri sono partiti dalla denuncia di una delle vittime, un 13enne, e dei suoi genitori. Gli episodi di bullismo sono iniziati almeno dall’inizio del 2016, secondo quanto ha dimostrato l’indagine degli stessi carabinieri, sotto il coordinamento della Procura per i minorenni. Le persecuzioni hanno portato il 13enne ad avere attacchi di panico e rifiutarsi di andare a scuola. La banda periodicamente lo accerchiava, deridendolo e picchiandolo, e si è spinta addirittura a chiedergli di portare tutto l’oro in possesso della sua famiglia. I genitori si sono quindi allarmati vedendo scomparire due anelli e diverse banconote. I carabinieri hanno compiuto accertamenti a scuola, tra cui l’analisi del cellulare del bullo, nel quale erano ancora presenti gli sms intimidatori inviati al 13enne. Da mesi il bullo, che ha già una storia criminale, è seguito da un’assistente sociale e ha al suo fianco i volontari di un’associazione del carcere Beccaria. Lo stanno aiutando anche in vista dell’esame di terza media.​

Bullismo, ragazzino costretto a rubare per pagare il capo banda