Calcio, l'Italia spreca il colpo del ko, Jorginho tira alto il rigore della vittoria, all'Olimpico finisce 1-1

12 novembre 2021, ore 22:49 , agg. alle 23:21

Dopo la partita dell'Olimpico Italia ancora in testa per la differenza reti , ma gli svizzeri in caso di parità assoluta, con la rete segnata a Roma sarebbero in vantaggio

Calcio, l'Italia spreca il colpo del ko, Jorginho tira alto il rigore della vittoria, all'Olimpico finisce 1-1


Per andare al mondiale del 2022 ora bisogna vincere in Irlanda e sperare che la Bulgaria non si faccia travolgere in Svizzera. Dal dischetto ancora una volta sbaglia Jorginho, questa volta nel finale di partita. Acerbi e Belotti dal primo minuto, questa la soluzione scelta dal C.T. Mancini per sostituire gli assenti Chiellini e Immobile infortunati . Italia e Svizzera sono partite a pari punti 14, e con l’Italia avanti di due reti nel conto della differenza reti. La Svizzera  subito all’attacco, dopo nemmeno due minuti c’è la prima conclusione dei rossocrociati con Shakiri, che la spara alta sopra la traversa. Barella prende una pallonata nelle parti basse, e resta a terra oltre un minuto. Si rialza , ma la Svizzera con una manovra di ampio respiro, da sinistra con Okafor costruisce la rete del vantaggio, con l’assist per la botta dal limite di Widmer, imparabile per Donnarumma. Poi dopo sei minuti al 12 è Okafor ad andare alla conclusione con un tiro a giro che termina fuori di poco. Ancora il giovane attaccante del Salisburgo, al 16esimo è imprendibile per i nostri, appoggia per Shakiri che spara alto.


LA REAZIONE AZZURRA

Al 22esimo Italia vicina la pareggio, con una bella discesa sulla sinistra di Emerson che appoggia su Jorginho, la conclusione del centrocampista è deviata sui piedi di Barella, che solitario, ma in posizione angolata si fa ribattere il tiro da Sommer in uscita. Chiesa prova una magia, ancora Sommer non si fa sorprendere, poi tocca a Donnarumma parare, in due tempi, il colpo di testa di Shar. Ed ecco l’episodio che rimette in parità la sfida, punizione dalla sinistra con Insigne ed Emerson, al centro dell’area salta Di Lorenzo e segna il gol della parità anticipando l’uscita del portiere svizzero, il lungo controllo al Var conferma che non c’era fuorigioco. E si va al riposo in parità 1-1.


IL SECONDO TEMPO SI APRE CON GLI STESSI UOMINI IN CAMPO

Nessuna sostituzione durante l 'intervallo, ma tanti uomini che a bordo campo si riscaldano. Si comincia con un pallone che Bonucci tocca con il braccio, attaccato però al corpo. Qualche istante prima ammonito Insigne per gioco scorretto. Ecco le sostituzioni, per gli azzurri al 12 esimo esce Belotti, dentro Berardi, mentre Tonali prende il posto di Locatelli, Chiesa si mette al centro dell'attacco. Doppio cambio al 69esimo  anche  per la Svizzera, dentro Garcia e Imeri al posto di Steffen e Rodriguez. Per l’Italia entra Cristante per  Barella. Poco prima tiro alto di Emerson. Al minuto 79 quattro cambi , due per parte , per gli azzurri entra Raspadori per Insigne, fuori Emerson dentro Calabria.  La Svizzera si copre facendo entrare Frei e Sow al posto di Okafor e Shaqiri. Occasione per gli azzurri all'84esimo, palla a Chiesa al limite dell’area sulla sinistra che però non trova la coordinazione e manda alto sopra la traversa.  La svolta possibile  più tardi , all 89esimo, spinta di Garcia su Berardi, con il Var ecco il rigore. Che Jorginho spara alto, memore della parata di Sommer della gara di Basilea.  Il brasiliano ha voluto  calciare, sbagliando il terzo rigore consecutivo in azzurro.  Nel finale anche un rischio in area. 

Tags: Italia, Mancini, Mondiali, Olimpico, Qatar, Svizzera

Share this story: