Caos Var, in Libertadores arbitro scortato dalla polizia

 31 ottobre 2018

Il River Plate ha raggiunto la finale con un gol di mano ai danni del Gremio

La Var si è resa protagonista della semifinale di Coppa Libertadores, l'equivalente della Champions League, tra gli argentini del River Plate e i brasiliani del Gremio, tanto che l'arbitro è dovuto uscire dal campo, al termine del match, scortato dalla polizia. All'andata il River aveva perso in casa 1-0 e il primo tempo del ritorno si era concluso col Gremio in vantaggio di una rete. Negli ultimi 10' la rimonta degli argentini. Prima un gol del River Plate apparentemente di testa, in realtà di mano, e la videoassistenza non interviene, poi all'85' un mani in area del brasiliano Bressan penalizzato invece dalla Var con un rigore che ha mandato su tutte le furie i giocatori del Gremio, che hanno messo le mani addosso all'arbitro, l'uruguaiano Andres Cunha. Vittoria per il River Plate con la terna arbitrale che ha chiesto l'intervento della polizia, che la ha scortata fuori dal campo e anche oltre.
Caos Var, in Libertadores arbitro scortato dalla polizia

Share this story: