Carl Brave a RTL 102.5: "In 'Parli Parli' Elodie fa un po' la Mina della situazione e io ci ho messo un pizzico di autotune"

28 ottobre 2020, ore 19:00

Carl Brave è stato ospite in The Flight per presentare il suo ultimo disco, "Coraggio", uscito lo scorso 9 ottobre

Il 9 ottobre scorso è uscito “Coraggio”, il nuovo album di Carlo Coraggio, meglio conosciuto come Carl Brave. Un disco che segue il grosso successo riscontrato con Notti Brave e Notti Brave (After), il primo album da solista che segnava la definitiva separazione del duo Carl Brave X Franco126. Oggi Carl Brave è stato ospite in collegamento in The Flight per presentare la sua ultima fatica discografica.

Carl Brave a RTL 102.5: "In 'Parli Parli' Elodie fa un po' la Mina della situazione e io ci ho messo un pizzico di autotune"

"In 'Parli Parli' ho trovato un dualismo tra classico e moderno"

I fan di Carl Brave avevano già avuto un assaggio del suo nuovo disco con una serie di singoli rilasciati durante tutto il 2020: “Che Poi”, “Regina Coeli”, “Spigoli”, realizzato in collaborazione con Mara Sattei e Tha Supreme, “Fratellì”, e l’ultimo, uscito in concomitanza con l’album, “Parli Parli”, che vede la partecipazione di Elodie. Nel videoclip i due si parlano al telefono, proprio come racconta il testo del brano. “Il video è stato diretto da Fabrizio Conte ed è venuto davvero molto carino”, ci racconta Carl Brave ai microfoni di RTL 102.5. “Nel pezzo c’è questa sorta di bipolarismo tra classico e moderno. Parla di cellulare, ma anche di interurbana ed ha un sound che è un po’ Mina style. Il classico lo fa Elodie che fa un po’ la Mina della situazione e poi ci sono io che ci metto un pizzico di autotune. Questa volta ho trovato questo dualismo, è la prima volta che vado a pescare nel classico”.  

"Il busto in copertina è quello di mio nonno"

Nella copertina di “Coraggio” si vede un busto di un ragazzino con al collo delle collane d’oro. “Il busto è di mio nonno, esiste davvero, sta in sala da pranzo a casa dei miei da tutta la vita”, ci rivela Carl Brave. “Mio nonno era un ammiraglio della marina, ma in realtà quel busto raffigura lui a 13/15 anni ed è identico a me da piccolo. Così l’ho voluto omaggiare non mettendo me personalmente, ma mettendo il busto di nonno Carlo Luigi, con le collane da trapper però. Mio nonno sarebbe stato un trapper probabilmente”, scherza il cantautore romano.  

I featuring in "Coraggio"

Oltre alla già citate collaborazioni di Mara Sattei e Tha Supreme, e di Elodie, in “Coraggio” figurano altri nomi importanti della scena rap italiana. Ci sono i due immancabili amici, Ketama126 e Pretty Solero, membri della Lovegang 126 a cui lui è sempre stato molto vicino, c’è Taxi B, tra i trapper più in voga del momento, celebre per il suo modo di rappare urlato e membro degli FSK, e poi c’è anche un peso massimo del rap italiano, Gué Pequeno. “I featuring non sono tanti come l’altro disco ma sono giusti”, dice Carl Brave.

Carlo Verdone nel video di "Che Poi"

Durante l’intervista c’è stato anche il tempo di parlare del video di “Che Poi”, che vede protagonista Carlo Verdone nei panni di un imperatore romano. “Il fatto che Carlo Verdone ha partecipato ad un mio video è incredibile, era nella lista delle cose da fare”, racconta Carl Brave. “L’ho convinto a fare questo video ‘Marisol’, l’ultimo pezzo del disco, perché parlo della sua Marisol e dei personaggi presenti nei suoi film”. Poi aggiunge: “È stato pazzesco, è venuto, mi ha chiamato in roulotte, mi ha spiegato la scena e mi ha fatto vedere come ce l’aveva in mente: è stato un po’ come vedere un suo nuovo film, solo io e lui”.

Carl Brave a RTL 102.5:"Il cameo di Carlo Verdone in un mio video è stato incredibile"
Tags: album, carl brave, carlo verdone, coraggio, elodie

Share this story: