Champions, Milan beffato nel finale l' Atletico passa a San Siro 2-1 . Shakhtar Donesk - Inter ancora 0-0

28 settembre 2021, ore 22:58 , agg. alle 23:15

Le milanesi deluse il Milan difende in 10 per oltre 60 minuti il vantaggio, ma subisce il pari nel finale, e un rigore nel recupero, l'Inter spreca occasioni limpide

Champions,  Milan beffato nel finale  l' Atletico passa a San Siro 2-1 . Shakhtar  Donesk - Inter ancora 0-0

SHAKHTAR DONESK - INTER 0-0

Il solito destino, tra Shakhtar Donetsk e Inter finisce sempre 0- 0. I nerazzurri tornano dall’Ucraina con un risultato che rende difficile il percorso in Champions. Esattamente come un anno fa , con Conte timoniere, i milanesi sbattono contro una squadra viva e compatta, recriminando non poco per le occasioni sprecate. Questa volta a Kiev traversa centrata da Barella e la serie di opportunita' gettate al vento da Dzeko e Lautaro, con Pyatov che nel finale si e' esaltato salvando prima su Correa e poi De Vrij. Un pareggio utile solo per muovere la classifica, dopo la sconfitta all'esordio contro il Real Madrid, ma i nerazzurri restano in affanno nella rincorsa agli ottavi. Nel doppio confronto contro lo Sheriff, se davvero si vuole sperare , non sono ammesse distrazioni. Il pareggio conferma una aurea mediocrità nella competizione , l’Inter ha vinto solo 3 delle ultime 18 partite disputate. Il gioco è stato equilibrato nei due tempi, inizio ottimo dei padroni di casa, allenati da De Zerbi , nonostante lo choc per l’infortunio che ha messo ko Traorè , la punta principe degli ucraini, 9 reti nelle ultime 12 partite. Ora l’Inter che è sembrata un po’ involuta , deve giocare al massimo per evitare la quarta eliminazione consecutiva ai gironi. Nell’altra partita Real Madrid- Sheriff a sorpresa, la squadra moldova passa a Madrid 2.-1Classifica del girone dopo due giornata  Scheriff 6, Real Madrid 3 Inter, Shakhtar Donesk 1

MILAN- ATLETICO MADRID 1-2

Parte subito forte il Milan, alla ricerca dei primi punti nel girone B, ma il vero primo brivido è per un tocco con il braccio di Tomori, che però è attaccato al corpo. Il Var dice che non è rigore. Al quarto d’ora un tiro centrale di Diaz, parato facile. Oblak poi deve davvero impegnarsi per chiudere su Rebic, lanciato da Diaz, palla in angolo. Ma il vantaggio rossonero giunge al 20esimo ancora lo scatenato Diaz punta Koke in area e appoggia indietro per Leao, che tira un bel diagonale che fa infiammare San Siro. C’è una doppia occasione per gli spagnoli al 27esimo, Suarez prova a concludere da buona posizione, ma non colpisce bene il pallone. . Stessa sorte per Kondogbia sul prosieguo dell'azione. Ingenuo Kessie al 29esimo, fallo inutile a centrocampo, era già ammonito. Milan in 10. Pioli fa entrare Tonali e toglie un Rebic con i nervi a molla. Si va velocemente verso l’intervallo, alle ripresa fuori Diaz e Leao, dentro Giroud e Ballo-Touré. Al 57esimo, qualche minuto prima Suarez spreca di testa. L’Atletico insiste, pericolosa con conclusione di De Paul, fuori di poco.  Poi la doccia fredda finale,il pareggio di Griezmann Il francese  trova il tempo giusto per anticipare Romagnoli sul cross di Lodi. Sinistro al volo, niente da fare per Maignan. che poi salverà il pareggio, ma per poco perchè nei secondi finali c'è rigore di Suarez Nell'altra gara Liverpool che batte il Porto 5-1 La classifica dopo la prime due giornate del girone B : Liverpool 6 Atletico Madrid 4. Porto 1 e Milan 0

ATALANTA- YOUNG BOYS ORE 1845

Può essere una partita davvero speciale. La squadra di Gasperini torna a giocare un match  di Champions davanti al suo pubblico. La capienza consentita è al 50%, ci saranno 8000 bergamaschi e 800 svizzeri. Il tecnico orobico Gasperini "Giocare davanti a un pubblico entusiasta, come a San Siro sabato scorso, e' tutta un'altra cosa. "A Bergamo in Champions non abbiamo mai vinto, ma dopo tutto ci abbiamo disputato solo tre partite. A Milano avevamo vinto con la Dinamo Zagabria. Ma anche l'anno scorso ci siamo conquistati gli ottavi sbancando Liverpool e Amsterdam. I punti contano uguale ovunque". Sulla formazione, pochi dubbi : "Muriel e' arruolabile e candidabile per la panchina, Zapata e' molto attivo e in forma, manca solo Palomino dietro. Coi 5 cambi, pero', i titolari non sono sempre quelli che partono dall'inizio". Il perno difensivo sara' Demiral. Insomma Gasperini ha le idee chiare ma l’undici di partenza non è del tutto decifrabile. La squadra di Berna, campione di Svizzera, giocherà con il 4-2-3-1. Elia punta avanzata, mediana che dovrebbe essere composta da Sierro e Martins Pereiro.  Arbitra il tedesco Brych.La classifica del gruppo F dopo la prima giornata, quella in cui gli svizzeri hanno fatto l’impresa contro i reds: Young Boys 3, Atalanta e Villareal 1, Manchester United 0.

JUVENTUS- CHELSEA ORE 21


In conferenza stampa Max Allegri sfodera un sorriso nervoso, di fronte all'evidenza delle assenze pesanti di Dybala e Morata. "Ho molti dubbi di formazione, davanti dispongo di Kean, non ho ancora deciso chi gioca e potrei stravolgere la squadra. Difesa a 3? E' una delle possibilità", ha detto Allegri. Poi  ha annunciato quattro titolari: "Dall'inizio ci saranno sicuramente Szczesny, Danilo, Alex Sandro e Locatelli".Il capitano  Chiellini: "Dobbiamo ritrovare l'autostima del passato, queste partite possono aiutare a farci crescere. Il Chelsea non è solo Lukaku, Jorginho è il faro", La Juventus si fa coraggio delle ultime due vittorie in campionato, anche se non sono state senza ombre.  Nel Chelsea assente dell’ultim’ ora N’Golo Kantè, risultato positivo al Covid. L’allenatore Tuchel ha comunicato in conferenza stampa la notizia “È in quarantena e non si è allenato. Non ho idea del numero di giocatori vaccinati nella squadra, sono adulti e liberi di scegliere. So soltanto che la situazione è tutt’altro che finita. Io sono vaccinato, ma non sono nella posizione di poter dare delle raccomandazioni. Tuchel non potrà disporre anche di Pulisic, James e Mount perché infortunati”. Arbitra lo spagnolo Manzano. In classifica a quota 3 Juve e Chelsea, a 0 Malmoe e Zenit.

Tags: Atalanta, Champions, Inter, Juve, Milan

Share this story: