Cocktail del futuro, arriva il Bloody Mary digitale

 10 ottobre 2019

E' stato realizzato dallo chef Colonna in collaborazione con "pOsti"

Partono dall'Internet Festival-Forme di Futuro di Pisa i primi test sui cocktail del futuro. Tra i primi pionieri e apripista ai progetti di tracciabilità dei piatti e dei cocktail c'è lo chef Antonello Colonna, che insieme alla start-up "pOsti" presenta domani, 11 ottobre, nel corso della manifestazione organizzata nella località toscana, il Bloody Mary digitale, tracciato in blockchain, una sorta di registro digitale. Colonna, non nuovo alla sfide tecnologiche, è ricordato anche per aver realizzato non molto tempo fa la panzanella, ricetta tracciata sempre di "pOsti", realtà finalizzata a valorizzare le ricette tradizionali delle regioni italiane e dei suoi osti, unendole a una narrazione e certificazione attraverso strumenti digitali. Il Bloody Mary digitale, preparato con il torpedino (pomodorino del basso Lazio), consentirà di bere e di vivere - assicurano i realizzatori del progetto - una esperienza di degustazione in modo garantito e consapevole. "Dopo la panzanella - spiega infatti lo chef Colonna - abbiamo voluto rendere nuovamente omaggio al pomodoro Torpedino. Abbiamo pensato che portare all'Internet Festival-Forme di Futuro il primo Bloody Mary tecnologico, tracciato in blockchain, fosse un progetto smart, futuribile, e con una giusta componente pseudo-ludica". L'Internet Festival-Forme di Futuro di Pisa sarà anche occasione per esplorare tutte le forme di futuro e per indagare sul rapporto tra web e gusto. Tra le tante proposte, nel programma della manifestazione, ci sarà la possibilità, grazie alla collaborazione di Future Cooking Lab (spin-off dell'Università di Parma), di scoprire come usare l'azoto liquido per trasformare un caffè in un gelato, come cucinare il pesce in lavastoviglie e degustare l'aperitivo molecolare. 
Cocktail del futuro, arriva il Bloody Mary digitale

Share this story: