Conte bis, via libera anche da Palazzo Madama

 10 settembre 2019

Il disco verde è arrivato con due voti in meno del governo M5S-Lega. Nuovo duello fra il premier e Salvini

Pure il Senato ha votato la fiducia all’esecutivo Conte bis. 169 sì, 133 i no, 5 gli astenuti. A favore i voti di M5s, Pd e Leu, oltre a quelli di esponenti del gruppo Misto e dei senatori a vita Liliana Segre e Mario Monti. Ed è stato un vero e proprio duello con la Lega e il suo leader quello che il premier ha condotto dai banchi del governo al Senato. Per la seconda volta, dopo la replica di ieri a Montecitorio. Insomma, prima Matteo Salvini accusa Conte di essere passato dalla "rivoluzione al voto di Casini, Monti e Renzi". Non solo, ecco un altro affondo: "Lo stile è sostanza, non dipende solo dalla cravatta, dalla pochette e dal capello ben pettinato". Arriva quindi la risposta di Giuseppe Conte: “Dovrete spiegare al Paese cosa ci sia di dignitoso nei repentini voltafaccia delle scorse settimane”. E la Lega si è fatta sentire anche con i cori ripetuti “Traditore, senza onore!', e con la maglietta “Parliamo di Bibbiano”. Fra i dissidenti, Matteo Richetti e Gianluigi Paragone che a differenza del sì dei loro gruppi, si sono astenuti.
Conte bis, via libera anche da Palazzo Madama

Share this story: