Conto alla rovescia per Capodanno, primo ferito per i botti in provincia di Lecce

29 dicembre 2021, ore 15:00

Si tratta di un 14enne ora ricoverato in terapia intensiva, dopo l'esplosione di un petardo. Sequestri di fuochi d'artificio da parte della Guardia di Finanza a Como e Salerno

Non è ancora partito il conto alla rovescia per Capodanno e già si conta un primo ferito. Si tratta di un 14enne che ora è ricoverato in terapia intensiva all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Il minore è stato colpito all’occhio sinistro e alla mano destra, mentre cercava di far esplodere un grosso petardo. La deflagrazione lo ha sorpreso senza dare il tempo di proteggere il volto. Il dramma si è consumato in piazza S. Antonio a Nardò. Immediato l’intervento del 118. Massima attenzione da parte delle forze dell’ordine per evitare le stragi che contraddistinguono questo periodo delle feste. Attenzione a non utilizzare fuochi d’artificio non a norma.


A Como sequestro di botti

I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Como hanno sottoposto a sequestro oltre 110 mila articoli pirotecnici. Nel mirino delle Fiamme Gialle quattro esercizi commerciali gestiti da cittadini di nazionalità cinese ed italiana, i cui titolari sono stati denunciati per commercio abusivo di materiale esplodente. La Guardia di Finanza, nel dettaglio, ha rilevato numerose irregolarità concernenti lo stoccaggio dei prodotti pirotecnici, stipati in prossimità di oggetti altamente infiammabili e nelle vicinanze di potenziali inneschi. 


Intervento delle Fiamme Gialle a Salerno

Otre 3,5 tonnellate di fuochi d'artificio non a norma sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Salerno. Individuato ad Angri un locale fatiscente adibito a magazzino, in cui sono stati trovati oltre 4mila fuochi pirotecnici e vari ordigni di diverse dimensioni, tra cui candelotti e bombe carta di origine asiatica, prodotti artigianalmente. Denunciata una donna per le gravi violazioni alle norme in materia di pubblica sicurezza. Rischia fino a 3 anni di reclusione. I botti illegali sequestrati una volta messi in commercio avrebbero fruttato circa 200 mila euro.


Proteggere gli animali la notte di Capodanno

Ecco i consigli della Lav. Evitare le soluzioni fai da te per cani e gatti  che si terrorizzano per i botti, somministrando tranquillanti. Chiedere sempre il parere del veterinario. E’ bene programmare una bella passeggiata con "Fido" prima dell’inizio dei festeggiamenti.  Non lasciare per alcun motivo gli animali incustoditi all'esterno, nemmeno se sono in gabbia, su terrazzi e balconi o nel giardino recintato.


Conto alla rovescia per Capodanno, primo ferito per i botti in provincia di Lecce
Tags: Primo ferito da un petardo, Botti a Capodanno, Botti illegali

Share this story: