Contributo a fondo perduto, Vito Crimi, sarà pronto da lunedì, senza bisogno di restituire nulla

11 giugno 2020, ore 10:44

Il capo politico del Movimento 5 Stelle Crimi ha commentato i ritardi nella cassa integrazione, l’erogazione del credito da parte delle banche e la prospettiva degli Stati generali

Il capo politico del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi è intervenuto su RTL 102.5 commentando i temi di attualità politica, a partire dagli Stati generali e dalla decisione del centrodestra di non partecipare. “Ogni volta che c’è da mettersi a un tavolo e fare proposte concrete e realizzabili, il centrodestra si sottrae e preferisce giocare al ‘mi si vede di più se vengo o se non vengo?’”, ha detto Crimi.

I ritardi nella cassa integrazione

Vito Crimi ha commentato i ritardi nell’erogazione della cassa integrazione, spiegando che si sono verificati problemi già in fase iniziale a partire dalle Regioni e nel ricevimento da parte dell’Inps. Il capo politico del Movimento 5 Stelle ha sottolineato comunque il grande sforzo da parte dell’Inps, che ha erogato la stessa liquidità che solitamente corrisponde a 6/7 anni. “Ci siamo trovati, anche come Stato, davanti ad un’emergenza che mai ci saremmo aspettati. Ora si sta regolarizzando, l’Inps ha annunciato che a breve avrà concluso tutti i pagamenti della cassa integrazione”.

Le banche e l’erogazione del credito

Per quanto riguarda il tema delle banche, il capo politico dei 5 Stelle ha detto che sono stati erogati oltre 10 miliardi di credito, pur con delle difficoltà. “Lo strumento bancario non ha risposto come avrebbe dovuto, in un momento di crisi come questo, ma fortunatamente anche in questo caso si sta regolarizzando”. Vito Crimi ha aggiunto che il Decreto Rilancio intende modulare e migliorare l’erogazione del credito, che è già aumentato da 25 a 30mila euro. “Da lunedì sarà pronta l’erogazione del contributo a fondo perduto; niente banche, niente istruttoria, si tratterà di un contributo per le aziende individuato in maniera fissa e percentuale rispetto alla perdita di fatturato, senza bisogno di restituire nulla”.

Contributo a fondo perduto, Vito Crimi, sarà pronto da lunedì, senza bisogno di restituire nulla

La prospettiva degli Stati generali

Vito Crimi è intervenuto sugli Stati generali, spiegando quali siano le aspettative. Si tratta di una prospettiva di investimento per il Paese; vanno individuate le direttrici, ad esempio capire se l’Italia vuole inserirsi in un processo di transizione energetica e quale strada intraprendere per lavorarci. “Vogliamo un Paese che investe nell’innovazione? Fibra ad alta velocità a casa di tutti? Allora dobbiamo investire le nostre risorse in quello. Bisogna capire quali investimenti fare sulla scuola e l’edilizia scolastica”. Tutto quello che verrà investito nei prossimi mesi, ha aggiunto Crimi, darà la direzione da qui a dieci anni per il nostro Paese.

Reddito di cittadinanza e ‘furbetti’

Il capo politico del Movimento 5 Stelle ha commentato, in conclusione, la notizia del reddito di cittadinanza percepito da alcuni boss mafiosi, scoperti da un’operazione dei Carabinieri a Gioia Tauro. “Queste persone, come tante che sono state beccate”, ha spiegato Crimi, “in passato magari hanno ricevuto altre misure di sostegno, senza che nessuno se ne accorgesse”. La differenza sta proprio nelle maggiori misure di controllo istituite con il reddito di cittadinanza, ha spiegato Vito Crimi. La misura è nata per venire incontro alle famiglie più povere, che hanno più necessità di un percorso semplice. Allo stesso tempo ha un sistema di sorveglianza, di vigilanza e di sanzione, che consente adesso di trovare i ‘furbetti’ che in passato probabilmente percepivano altri assegni di sostegno previsti dallo Stato. “Se ci sono di frequente queste notizie, è perché i controlli sono efficaci e la misura nel tempo avrà i suoi effetti”.

Non Stop News - L'intervista a Vito Crimi: Stati generali e ritardi pagamenti

Il capo politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi ha detto, a proposito degli Stati generali, che il centrodestra si sottrae e fugge ogni volta che c'è da mettersi al tavolo e fare proposte concrete. Quindi ha spiegato perché ci sono ritardi nella cassa integrazione e ha commentato la notizia dei boss che percepivano il reddito di cittadinanza. Non Stop News è condotto da Giusi Legrenzi, Massimo Galanto e Pierluigi Diaco. Puoi seguire RTL 102.5 in RADIOVISIONE sul canale 36 del digitale terrestre, 736 di Sky, in FM, Digital Radio, dal sito internet ufficiale, dall’App e dai nostri social! Sito internet: https://www.rtl.it Facebook: https://www.facebook.com/RTL102.5/ Twitter: https://twitter.com/rtl1025 Instagram: https://www.instagram.com/rtl1025/ #rtl1025 #radiovisione

Tags: cassa integrazione, contributo, fondo perduto, vito crimi

Share this story: