Coppa America, Team New Zealand a un passo dalla vittoria, nella notte si è portata sul 6-3 contro Luna Rossa

16 marzo 2021, ore 10:54

Nella prima regata della giornata testa a testa tra le due imbarcazioni per buona parte della gara, poi il sorpasso dei padroni di casa che sono arrivati sul traguardo con circa 30 secondi di vantaggio.

“È un risultato che non ci piace, ma rimaniamo a testa alta e continuiamo a combattere”. Sono le prime parole pronunciate da uno dei timonieri di Luna Rossa, Francesco Bruni dopo la nona regata della serie. Per Team New Zealand la vittoria è a un passo ma le ultime sfide hanno insegnato che nulla è scontato e la 36esima edizione della Coppa America potrebbe essere tra le più combattute della storia. I padroni di casa, nella notte italiana, si sono portati sul 6-3 contro i Challenger e ora avranno 3 match point aggiudicarsi il trofeo. Ancora una volta la giornata è stata condizionata dal vento irregolare, tanto che la giuria ha deciso di rinviare a domani la seconda regata in programma, anche perché impossibile da concludere entro i 45 minuti previsti dal regolamento.


La Regata

Nella prima sfida la barca guidata da James Spithill e Francesco Bruni ha combattuto fino alla fine in una delle regate più belle degli ultimi anni. Equilibrata la partenza, gli azzurri hanno mantenuto quasi sempre la prua davanti a quella di Te Rehutai. Al primo gate Luna rossa è arrivata con un vantaggio di appena un secondo, diventato di 8, strambata dopo strambata, al secondo cancello. Nel terzo leg gli sfidanti sono riusciti per la prima volta a superare i 200 metri di distanza dai Defender. La svolta è arrivata  al quinto gate quando un calo vento ha penalizzato gli italiani regalando ai Kiwi 18 secondi al passaggio della boa. A quel punto a nulla sono valsi i tentativi di recuperare terreno, Luna Rossa è giunta sul traguardo con un ritardo di 30 secondi.


Domani le sfide decisiva

Tra gli uomini di Luna Rossa c’è molta amarezza, ma anche la consapevolezza che si può ancora combattere. “Una regata dura da digerire. Abbiamo regatato benissimo in maniera impeccabile fino al momento del sorpasso, dovevamo prendere la decisione se difendere la sinistra o andare a destra, col senno di poi forse è stata una scelta sbagliata - è il commento di Francesco Bruni – ma non molliamo e continuiamo a fare il nostro, analizzando dove migliorare per tornare sul campo con tanta voglia di fare bene”. Sulla stessa linea lo skipper Max Sirena:” Forse una delle regate più belle degli ultimi 15 anni di Coppa America. I ragazzi sono stati bravissimi in partenza a controllare, li abbiamo tenuti dietro per quattro lati senza mai mollare- ha dichiarato subito dopo il match race – Ovviamente c'è l'amaro in bocca perché abbiamo perso, però siamo ancora vivi e domani andiamo in acqua per lottare e daremo tutto".


Coppa America, Team New Zealand a un passo dalla vittoria, nella notte si è portata sul 6-3 contro Luna Rossa
Tags: Coppa America, Luna rossa, Team New Zealand

Share this story: