Coronavirus, Cina ottimista su nuovi farmaci, ma l'OMS frena

05 febbraio 2020, ore 18:00

Negli aeroporti italiani nessun disagio e solo brevi attese per i passeggeri in arrivo

Dalla Cina arrivano fiducia e ottimismo dopo che gli scienziati di una università hanno annunciato una importante scoperta: due farmaci sarebbero risultatati idonei a inibire il virus. Ora questa terapia verrà applicata alle persone contagiate nella regione di Hubei, da dove tutto è cominciato. Ma l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha gelato gli entusiasmi, sostenendo che al momento non sono conosciute terapie che possano dirsi efficaci. Sulla stessa linea diversi ricercatori italiani ed europei. Il bilancio aggiornato parla di 490 morti e 24363 contagiati: il 99% è in Cina, fuori dal Paese i contagi sono davvero pochi. In Italia hanno dato esito negativo i controlli su una donna di Verona e su un bambino cinese che vive in Sardegna: non hanno contratto il virus, hanno una normalissima febbre. Sono stabili e ancora piuttosto gravi le condizioni della coppia di cinesi, ricoverati allo Spallanzani di Roma con diagnosi accertata di coronavirus. Negli aeroporti italiani intanto sono entrati in azione i Thermoscanner, con i quali viene controllata la temperatura a tutti i passeggeri che sbarcano da voli internazionali. All'aeroporto romano di Fiumicino i controlli sono estesi anche a chi sbarca da voli nazionali: il tutto procede senza disagi e con brevissime attese.  
Coronavirus, Cina ottimista su nuovi farmaci, ma l'OMS frena

Share this story: