Coronavirus, l'italiano contagiato è in buone condizioni

07 febbraio 2020, ore 18:00

Il ventinovenne ricoverato allo Spallanzani ha iniziato la terapia antivirale

E' un ricercatore emiliano di 29 anni il primo italiano contagiato dal coronavirus. Appartiene al gruppo di persone rimpatriate da Wuhan e messe in quarantena nella città militare della Cecchignola, a Roma. Le sue condizioni generali sono state definite buone nel bollettino medico diramato dall'ospedale Spallanzani, dove è ricoverato. Presenta qualche linea di febbre e un accenno di congiuntivite; per ora nessun problema ai polmoni, è stata avviata la terapia antivirale. I medici hanno anche definito molto improbabile l'ipotesi che possa aver trasmesso il virus agli altri 55 italiani che sono stati rimpatriati insieme a lui. Nel frattempo sono stabili le condizioni della coppia di cinesi che erano arrivati in Italia dopo aver contratto il virus: restano in rianimaziome, anche loro allo Spallanzani. Il bilancio aggiornato del coronavirus ora conta 636 morti; il numero di contagi ha superato quota 30.000, di questi soltanto 4000 sono in gravi condizioni.  
Coronavirus, l'italiano contagiato è in buone condizioni

Share this story: