Cortina scommette sulla cabinovia dopo lo choc del Mottarone, oggi riapre “La Freccia Nel Cielo”

29 maggio 2021, ore 07:00

Riparte in anticipo, rispetto al previsto, l’attività turistica, dopo la lunga pausa legata al Covid

Oggi a Cortina riapre regolarmente ai turisti la cabinovia 'Freccia nel cielo', inaugurata lo scorso anno dopo un radicale ridisegno curato dall'altoatesina Leitner. Un investimento da 100 milioni di euro. L’impianto è composto da 47 cabine da 10 posti che si muovono alla velocità di 6 metri al secondo e che sono in grado di trasportare fino a 1800 persone all'ora. La partenza era prevista per la metà di giugno, invece è stata anticipata al 29 maggio, ma solo nel week end.  Cortina d'Ampezzo è detta a diritto anche la “perla delle Dolomiti”, visto che questa località della provincia di Belluno sorge in posizione magnifica nelle Dolomiti, Patrimonio Naturale dell'Umanità UNESCO.  


Cortina, riapre per prima una delle storiche funivie della vallata

La “Freccia Nel Cielo” torna oggi in funzione, in pochi minuti i turisti potranno raggiungere dal centro di Cortina Cima Tofana, a 3.244 metri di quota. Il servizio fino al 19 giugno sarà attivo sono nel fine settimana. Una riapertura che ha un significato particolare dopo la strage del Mottarone, costata la vita a 14 persone. Cortina, insomma, ha scelto di anticipare una stagione turistica che punta a recuperare il gap causato dalla pandemia.


I gestori dell'impianto: la sicurezza per noi è al primo posto 

"Ci atteniamo a quello che ci dice di fare in ministero, lo abbiamo sempre fatto e credetemi su queste cose è veramente rigoroso e di persona controlla gli impianti ogni anno e frequentemente. La Freccia nel cielo è completamente sicura lo è sempre stata e lo sarà sempre. Per noi la sicurezza e' al primo posto". Così Andrea Vascellari, responsabile di Tofana srl, che dopo quanto accaduto alla funivia del Mottarone, ha voluto sottolineare la sicurezza dell'impianto. 


Cortina regala sorprese ai turisti 

Tante novità in vista dell’estate per i turisti: corsi di yoga, incontri astronomici ma anche appuntamenti con enogastronomici faranno da contorno al servizio di cabinovia di Cortina. Bisognerà invece attendere l'11 giugno per la ripresa delll'altro grande impianto funiviario della vallata ampezzana, quello del Faloria. E sempre nelle prossime settimane riapriranno la funivia del Lagazuoi, al passo Falzergo, e a Cortina la seggiovia di Socrepes.



Cortina scommette sulla cabinovia dopo lo choc del Mottarone, oggi riapre “La Freccia Nel Cielo”
Tags: cabonivia , Cortina

Share this story: