Cos’è il futuro? Lizzo e il suo Ted talk su twerking e body positivity, la cultura, l’accettazione di se stessi

06 ottobre 2021, ore 20:00

Signore e signori, benvenuti al mio Ted twerk. La cantante /attrice/icona americana Lizzo , descritta come “queen of self love”, vuole educare il mondo alla storia di questa movenza (il twerking) e a quello che la cultura black le ha insegnato, o perlopiù trasmesso indirettamente, in fatto di “self love”

Conosciuta per i suoi look anticonvenzionali e sconvolgenti e un livello di “self confidence” fuori dal comune, Lizzo è oggetto di ispirazione e ammirazione da parte di persone da tutto il mondo. Ha saputo stregarci con la sua energia positiva e non possiamo non ascoltarla mentre ci parla di ciò che le ha cambiato per sempre la percezione di se stessa: la cultura black del twerking.

Quasi come farebbe una figura materna, Lizzo ci racconta una storia. Lo fa immersa nelle sue movenze ed espressioni e ci impedisce di toglierle gli occhi di dosso, tanta è la carica positiva. Facendoci ridere, ci guida in un mondo che è stato, per lei e per molte altre persone, rivoluzionario: quello dell’essere, e sapere di essere, un tutt’uno con il proprio corpo.

Non è una moda, non è un trend

Come ci si libera dalle proprie gabbie mentali? Beh, Lizzo lo fa scuotendo il suo corpo a ritmo di cassa. Iniziando il suo discorso, coinvolgendo il pubblico tra una battuta e l’altra, Lizzo sottolinea la carica emotiva che mette nell’atto di liberazione rappresentato per lei da questa “danza” e ci ribadisce quanto per lei non sia un “trend” ma un vero e proprio esternare quella gioia, quella libertà che deriva dall’amore e dalla consapevolezza di se. Ci spiega così: Twerko per i miei antenati, per la liberazione sessuale, per le “mie ragazze”, perché posso, perché mi piaccio. Lo faccio perché è qualcosa di davvero importante per me”.

La storia e le radici

Lizzo vuole marcare una linea, e lo fa con un’ incisività sottile e genuina, per niente arrogante o vittimista. Ci parla di come il mondo abbia spesso dimenticato cosa rappresenti la cultura black, omologandola e riducendola a trend, laddove invece è risultato di anni di rituali e culture. Rendendosi conto del peso delle sue parole, di quanto questo possa essere un argomento delicato, Lizzo si racconta partendo dall’inizio : “ma la storia del twerkin’ non inizia con me, che ci crediate o no” ribadisce ironicamente. Racconta di come le popolazioni dell’ovest Africano utilizzassero questo movimento per il rilascio di gioia e vibrazioni positive, di come persino durante la schiavitù ed i viaggi transatlantici la pratica non si sia mai persa e soprattutto di quanto questo abbia saputo unire le donne nelle loro lotte e nel manifestarsi del loro essere.

Spiega, inoltre, il perché di questo racconto: vuole sottolineare e raccontare because it matters” , perché è veramente importante. “Voglio che sappiate da dove viene il twerking perché penso che tutti dovremmo sapere l’origine delle cose, da dove proviene il cibo che mangiamo, i vestiti che indossiamo”, Lizzo ci vuole indirizzare ad una consapevolezza che può dare, può farci crescere, e soprattutto essere consapevoli e attivi nelle nostre azioni, nella presa di posizione.

La body positivity, lo stare bene con se stessi

Ma allora perché tanta carica emotiva, tanto interesse per una danza? La cantante ci racconta di come, scoprendo il twerking in un club a Houston, ed imparando piano piano a muoversi a ritmo, abbia sviluppato una mentalità diversa : “Quando sono entrata nel ritmo, più lo capivo e più mi innamoravo di ciò che sono, ciò che ho (il corpo) perché, dannazione, il mio fondoschiena poteva fare meraviglie”. Lizzo dice che in tenera età il suo fondoschiena le appariva sostanzialmente brutto perché grande ed allungato o perlomeno non incline ad essere apprezzato. Racconta di come vedesse le popstar a loro agio nei movimenti, di come aspirasse a questa fluidità espressiva. Spiega poi di come Rihanna abbia fatto una standing ovation ad un suo twerk, di come il possedere pienamente il suo corpo l’abbia reso conosciuto, osservato, “famoso”. Infine afferma: “Com’è stato possibile tutto questo? Con il twerking

Lizzo quando parla lo fa da amica, parla alle “sue ragazze” e, seppure il gruppo sia indefinito, è proprio in questa leggerezza che camuffa un profondo attivismo che risveglia in noi qualcosa di nuovo, semplice e primordiale: la nostra cultura, ciò che siamo, le nostre personalissime caratteristiche, se vissute in maniera attiva, se valorizzate, sono la cosa più bella e viva che abbiamo.


Cos’è il futuro? Lizzo e il suo Ted talk su twerking e body positivity, la cultura, l’accettazione di se stessi
Tags: body positivity, lizzo, ted talk

Share this story: