Cosenza, calcio a bimbo immigrato perché si avvicina al figlio

 06 settembre 2019

Il fatto è stato ricostruito da una passante che ha assistito alla scena, la polizia indaga per risalire all'autore

Un bambino immigrato è stato colpito con un calcio all'addome da un uomo perché si era avvicinato al figlio in passeggino. Il fatto, ricostruito da una passante che ha assistito alla scena, è accaduto nel centro di Cosenza. Il bambino, di origini nordafricane, è stato immediatamente soccorso dai passanti che hanno chiamato il 118 e allertato la polizia. Il piccolo è stato portato nel pronto soccorso dell'ospedale cittadino per gli accertamenti, ma fortunatamente non ha riportato gravi danni. Il fatto è accaduto in via Macallè, una traversa del centralissimo corso Mazzini, intorno alle 19 di martedì scorso, ma si è appreso solo oggi. Sul caso indagano gli agenti della Questura di Cosenza, che hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona allo scopo di ricostruire l'accaduto e identificare l'autore. Secondo quanto si è appreso, il bambino immigrato era con i fratellini di 8 e 10 anni. I piccoli erano insieme alla madre in uno studio medico. La donna, vedendo che l'attesa della visita si prolungava, ha dato ai figli i soldi per comprare il gelato e li ha fatti uscire. Per strada, il bambino più piccolo si è avvicinato all'altro bambino, ma il padre, secondo quanto raccontato dalla testimone, lo ha colpito con un calcio all'addome.
Cosenza, calcio a bimbo immigrato perché si avvicina al figlio

Share this story: