Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Francia: attacco a Strasburgo, in fuga il killer Cherif Chekatt, 29 anni, schedato come radicalizzato, fermati il padre e due fratelli
- Francia: attacco a Strasburgo, bilancio definitivo, 2 vittime, una persona in stato di morte cerebrale, 13 feriti di cui 6 gravissimi
- Francia: attacco a Strasburgo, tra i feriti gravi un giornalista italiano, Antonio Megalizzi, è stato colpito alla testa da un proiettile
- Francia: attacco a Strasburgo, presidente Macron, la minaccia terroristica resta ancora al centro della vita della nostra nazione
- Roma: terrorismo, cresce allarme dopo strage Strasburgo, aumentate in Italia misure di sicurezza in vista di Natale e Capodanno
- Bruxelles: manovra, oggi il premier Conte incontra il presidente della commissione Ue Juncker per evitare procedura di infrazione
- Gran Bretagna: Brexit, governo nella bufera, atteso voto di sfiducia a Theresa May, il Primo Ministro britannico, non mi dimetterò
- Roma: Istat, disoccupazione in calo nel terzo trimestre, è al 10,2%, boom di contratti a termine
- Calcio: Champions League, stasera alle 18.55 Vitoria Plzen-Roma, alle 21.00 Young Boys-Juventus, Napoli e Inter eliminate
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
11 luglio 2018

Cremona, 15enne ludopatico tolto alla famiglia

Secondo la decisione del Tribunale dei minori, il ragazzo sarà affidato ad una comunità di tutela

E' affetto da una grave dipendenza dai videogiochi. Per questo il ragazzo, su decisione del Tribunale dei minori è stato allontanato dalla famiglia e affidato ad una comunità di tutela. La vicenda va avanti da diversi anni e riguarda una famiglia in provincia di Cremona da tempo seguita dai servizi sociali: genitori separati, mamma con problemi di droga e giudiziari, figlia scappata di casa col fidanzato e in passato, a sua volta, affidata a una comunità. Da questa situazione è emersa la condizione del figlio, ora quindicenne, con difficoltà nell'apprendimento, schiavo della Playstation e pertanto vittima di una dipendenza da videogiochi da cui non riesce a liberarsi. Da qui la decisione dei giudici si affidarlo a una comunità

Cremona, 15enne ludopatico tolto alla famiglia