Crisi Climatica: una petizione per inserirla nell'agenda politica. Mentre nell'Artico il ghiaccio è ai minimi storici

08 agosto 2022, ore 18:00 , agg. alle 16:02

Un appello già firmato da quasi centomila persone, compresi i sindaci italiani. Mentre salgono le temperature e Coldiretti denuncia 5 incendi al giorno solo in Italia. A rischio anche gli oceani

Quasi centomila firme in cinque giorni. È questo il numero delle adesioni a “Un voto per il clima”, la lettera appello lanciata dagli scienziati e rivolta alla politica italiana per chiedere che il riscaldamento globale diventi centrale nell’agenda politica, in vista del voto del 25 settembre. Per una campagna elettorale, dunque, che metta in cima alle proprie priorità la crisi climatica e a cui corrisponda un’azione di governo incisiva. Un’idea che è piaciuta a molti cittadini e che continua a coinvolgere sempre di più anche le istituzioni.


L’ADESIONE DEI SINDACI “GREEN”

Dopo l’appoggio di FridaysForFuture, del WWF e di Associazioni come Libera, arriva anche l’adesione dei 9 “Sindaci Green” d’Italia, impegnati cioè a centrare, nelle loro città, gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu. Da Giorgio Gori per Bergamo a Dario Nardella per Firenze, da Giuseppe Sala per Milano a Roberto Gualtieri per Roma, i sindaci scrivono che “Il tempo di agire è ora” perché "la crisi climatica mina alla base il nostro futuro, le comunità che rappresentiamo, i territori e l’economia”.


TEMPERATURE DA RECORD, CON 5 INCENDI AL GIORNO

Una petizione che arriva mentre i dati sul riscaldamento globale continuano a rimanere preoccupanti. ''Possiamo aspettarci di assistere a periodi sempre più frequenti e lunghi di temperature estremamente elevate e in costante crescita": così afferma oggi il Copernicus Climate Change Service, che ricorda anche come le ondate di calore comportino gravi rischi per la salute umana e possano aumentare la longevità di molti eventi climatici disastrosi, come incendi e siccità. Eventi che abbiamo tristemente imparato a conoscere in questa estate bollente: secondo Coldiretti infatti, dall’inizio dell’estate, in Italia, si sono registrati 5 grandi incendi al giorno.


Crisi Climatica: una petizione per inserirla nell'agenda politica. Mentre nell'Artico il ghiaccio è ai minimi storici

GHIACCIO ARTICO AI MINIMI STORICI

Ed è sempre il Copernicus Climate Change Service a fornire un altro dato significativo: l'estensione del ghiaccio marino artico è stata inferiore alla media del 4%, posizionandosi al dodicesimo posto per il mese di luglio nei dati satellitari, ben inferiore rispetto ai valori minimi di luglio registrati tra il 2019 e il 2021. Aumenta invece il peso dell'afa, con luglio che quest'anno si attesta, complessivamente, come il sesto più caldo mai registrato in Europa. 

Tags: Artico, clima, crisi climatica, ghiaccio, incendi, riscaldamento globale

Share this story: