Crisi di governo, passi avanti dopo vertice Conte, Pd, 5stelle

 31 agosto 2019

Tre ore di faccia a faccia in cui sono stati fatti passi avanti, ma serve un chiarimento politico tra Di Maio e Zingaretti, in mattinata colloquio tra premier incaricato e presidente della Repubblica.

Il presidente del consiglio incaricato, Giuseppe Conte, procede speditamente per consegnare una sintesi sui temi all'inizio della prossima settimana. Questo il timing che arriva da fonti di palazzo Chigi. Oggi sono stati compiuti passi avanti sul programma. Ma il tono ultimativo di Luigi Di Maio è un macigno politico per il Pd, così il capogruppo dem al senato Andrea Marcucci ha sottolineato "C'è bisogno di un chiarimento da qui a breve. Abbiamo avuto rassicurazioni sui contenuti". E uno dei nodi, fin dal principio, resta quello del futuro collocamento di Di Maio all'interno del nuovo esecutivo. Pd e 5 stelle torneranno a riunirsi nelle prossime ore, forse anche i due leader. Nel frattempo Di Maio ha chiamato a raccolta lo stato maggiore del movimento per fare il punto della situazione. Un punto, dal canto suo, che Conte ha fatto questa mattina al presidente Mattarella, creando non poche fibrillazioni per il timore che fosse salito al Colle per gettare la spugna dopo le tensioni delle ultime ore. Lunedì potrebbe tenersi il discusso voto su Rousseau intanto Salvini è tornato a chiedere subito le elezioni.
Crisi di governo, passi avanti dopo vertice Conte, Pd, 5stelle

Share this story: