Disinnesco ordigno bellico, a Battipaglia evacuati in 36mila

 08 settembre 2019 | Battipaglia, Disinnesco, Evacuazione

Il piano di evacuazione è stato programmato in seguito al rinvenimento di un ordigno esplosivo risalente alla Seconda Guerra Mondiale

Nel comune di Battipaglia, in provincia di Salerno, è stato organizzato un piano di evacuazione per consentire il disinnesco di un ordigno bellico da 250 libbre (115 chilogrammi) risalente alla seconda guerra mondiale. Il piano è partito nella mattinata di oggi e coinvolge il 77% della popolazione residente nel comune del salernitano. Ben 36.177 persone hanno dovuto lasciare la propria abitazione per permettere la neutralizzazione dell'esplosivo rinvenuto in un terreno di via Villani, in località Spineta. Imponente il piano di protezione civile allestito per le operazioni di bonifica della bomba che vedono impegnati gli artificieri del Ventunesimo Reggimento Guastatori di Caserta, 500 unità delle forze dell'ordine e 550 volontari di protezione civile. Le operazioni si protrarranno per 8/12 ore. Hanno dovuto lasciare la propria abitazione tutti i cittadini residenti nel raggio di 1600 metri dal punto di rinvenimento dell'ordigno. Il comune ha messo a disposizione delle navette che hanno scortato i cittadini in alcuni centri attrezzati. Nei giorni precedenti all'evacuazione era già iniziato il piano di trasferimento per i pazienti dell'ospedale della città campana.
Disinnesco ordigno bellico, a Battipaglia evacuati in 36mila

                                  

Share this story: