Doctor Strange 2 nel multiverso della follia: Vince la regia di Sam Raimi ma la Marvel ne esce con le ossa rotte

10 maggio 2022, ore 16:00

È uscito nelle sale il ventottesimo film del MCU ed è subito record d’incassi in tutto il mondo. In Italia in soli sei giorni ha raggiunto quasi 9 milioni di euro

È finalmente approdato nelle sale di tutto il mondo, il nuovo mirabolante film del Marvel Studio, che oltre a segnare il ritorno del Doctor Strange, vede anche il ritorno in cabina di regia di Sam Raimi, l’uomo che ha lanciato i cinecomic in quel lontano 2001, dirigendo la storica trilogia degli Spiderman (l’unica e la sola). Ancora nel bel mezzo della fase 4 del MCU, la pellicola racconta le disavventure di Stephen Strange e America Chavez, alle prese con i pericoli che il multiverso ha scatenato.

Record d’incassi

Com’era abbastanza prevedibile, Doctor Strange 2, monopolizza il Box Office di tutto il mondo, raggiungendo vette altissime che segnano importanti risultati. Nel nostro paese, il film di Sam Raimi, in soli 6 giorni di programmazione raggiunge la vetta di 8.788.637. La pellicola ha così superato anche l’incasso di Eternals, posizionandosi terzo nella classifica dei maggiori incassi della pandemia dopo The Batman, che probabilmente supererà nel giro di qualche giorno. In America, nel primo week end nelle sale, ottiene 187 milioni di dollari, che sommati ai quasi 220 milioni incassati nel resto del mondo, portano il film ad un incasso complessivo di 405 milioni di dollari.

Il cinema non può essere solo montagne russe

Un tripudio di effetti speciali! Una giostra impazzita che erutta sequenze caleidoscopiche ricche di colori e suoni. Fantasia e creatività al servizio dell’azione, che spiazza e incanta. Il tocco orrorifico e umoristico di Sam Raimi si percepisce, non da subito forse, ma sicuramente in buona parte della pellicola. Purtroppo ciò che manca totalmente a Doctor Strange 2 è una trama coesa e compatta che riesca a tenere compatto lo straordinario delirio visivo di Raimi. Dal punto di vista narrativo, manca una svolgimento sensato in tutta la seconda parte, mentre nel finale accade tutto in maniera troppo sbrigativa da sembrare superficiale. Sicuramente, mi preme ricordarlo, siamo di fronte ad un film spettacolare, che ammalia gli occhi e appaga i sensi, ma il cinema non può e non deve essere solo una gigantesca montagna russa. Insomma, se la regia e l'impatto visivo sono sbalorditivi e salvano buona parte della pellicola, tutto il resto fa acqua da tutte le parti. A scricchiolare parrebbe essere soprattutto l’universo Marvel che sembra più preoccupato ad essere coerente con se stesso, che non ha costruire idee nuove e fresche in grado di porre le basi per una nuova era cinematografica che possa competere con i suoi titoli del passato. Anche i personaggi stessi, risultano talvolta piuttosto piatti e ridondanti, forse schiacciati anche loro dalla grande giostra di effetti pirotecnici.

Nonostante tutto, bisogna gioire del fatto che Sam Raimi sia tornato in tutto il suo splendore, e soprattutto, bisogna essere felici che un film come Doctor Strange sia una vera e propria ventata di ossigeno nella casse degli esercenti.


Doctor Strange 2 nel multiverso della follia: Vince la regia di Sam Raimi ma la Marvel ne esce con le ossa rotte
Tags: Doctor Strange, Doctor Strange 2, Marvel

Share this story: