È morto Shinzo Abe, ex primo ministro del Giappone, colpito durante un evento elettorale

08 luglio 2022, ore 12:47 , agg. alle 13:17

Abe è stato il primo ministro politicamente più longevo della storia del Giappone post-bellico

Le condizioni erano apparse da subito critiche, il trasporto in ospedale e poi il decesso. Erano le 11:30 del mattino in Giappone, le 04:30 in Italia. L’ex primo ministro è stato colpito da un proiettile durante un evento elettorale nella città di Nara, nel Giappone centrale. 67 anni, aveva da poco iniziato a parlare a un comizio elettorale. In Ospedale era stato sottoposto a trasfusioni di sangue. I medici hanno riferito di un tentativo di rianimazione durato quattro ore, ma le condizioni all’arrivo in ospedale erano molto gravi.


Gli spari

Abe sarebbe stato colpito al collo e al petto, subendo una significativa emorragia interna. Due i colpi esplosi, necessari per causare un arresto cardiopolmonare già sulla scena del crimine, come riferito in conferenza stampa dal responsabile dell'ospedale di Nara dove Abe è stato portato dopo l'attentato. Sul web circolano in queste ore delle immagini dei momenti immediatamente precedenti e successivi all'esplosione dei colpi


Il tentativo di rianimazione in ospedale

Secondo quanto riferito dai medici dell'ospedale locale, Abe era privo di segni vitali al suo arrivo in ospedale. Subito dopo è stato sottoposto a trasfusioni di sangue, per un tentativo di rianimazione durato circa quattro ore in totale. Nonostante l'intervento dei sanitari alla fine non c'è stato nulla da fare.


L'aggressore

A sparare, dalle prime informazioni, sarebbe stato un residente locale di 41 anni che avrebbe eluso la sicurezza per poi esplodere due colpi. L’uomo, ex militare delle forze di difesa giapponesi, ha tentato la fuga per poi essere bloccato. "Ero frustato e insoddisfatto di Shinzo Abe, ho mirato per ucciderlo". Queste le parole dell'uomo, Tetsuya Yamagami, secondo quanto riferito dalla polizia.

È morto Shinzo Abe, ex primo ministro del Giappone, colpito durante un evento elettorale

Il cordoglio

Il premier giapponese Fumio Kishida, rientrato d’urgenza a Tokyo, ha parlato di un attacco "vile e barbaro", dicendo di essere "senza parole". Anche i partiti di opposizione hanno deciso di fermare la campagna elettorale in segno di solidarietà e di tornare nella capitale. Anche il premier Draghi ha espresso il cordoglio del nostro Paese nei confronti del Giappone: "L'Italia è sconvolta per il terribile attentato, che colpisce il Giappone, il suo libero dibattito democratico. Abe è stato un grande protagonista della vita politica giapponese e internazionale degli ultimi decenni, grazie al suo spirito innovatore, alla sua visione riformatrice. L'Italia si stringe ai suoi cari, al Governo e all'intero popolo giapponese". Messaggi di cordoglio stanno arrivando dai leader di tutto il mondo.


La vita

Abe è stato il primo ministro politicamente più longevo della storia del Giappone post-bellico. Due le sue esperienze al governo: prima tra il 2006 e il 2007, poi dal 2012 al 2020. Membro di una delle famiglie politiche più blasonate del Giappone, era nipote di Nobusuke Kishi, primo ministro dal 1957 al 1960. Suo fratello, Nobuo Kishi, è l'attuale ministro della Difesa. Convinto conservatore, ha promosso il processo di rafforzamento delle capacità difensive nipponiche. Fu sua l'esperienza dell'"Abenomics", un pacchetto di politiche espansive e di riforme per tentare di sollevare il Paese dalla crisi.

Tags: Abe, Giappone, Premier, Shinzo Abe

Share this story: