Etna: resti umani ritrovati in una grotta. Potrebbero essere di Mauro De Mauro

12 novembre 2021, ore 13:55
di Isabella Palmisano

È stato disposto l’esame del DNA per capire se il corpo, ritrovato durante l’esercitazione del soccorso alpino della Guardia di finanza, sia quello del giornalista Mauro De Mauro. Un mistero che dura da 50 anni

Sono stati ritrovati in una grotta alle pendici dell’Etna i resti di circa 50 anni fa di un uomo vestito in modo elegante. Da ciò che si apprende, indossava una camicia a righe, dei pantaloni scuri, una cravatta nera e un maglione di lana. Ancora non si è risaliti alla sua identità, ma ci sono già delle ipotesi, tra cui quella che i resti potrebbero essere del giornalista Mauro De Mauro.

IL RITROVAMENTO, GLI OGGETTI INTATTI DOPO 50 ANNI E DETTAGLI CHE NON COMBACIANO

Il corpo è stato ritrovato durante un’esercitazione del soccorso alpino della Guardia di finanza grazie alle abilità di un cane da ricerca che ha cominciato ad abbaiare verso una grotta, nella quale poi è stato rinvenuto il cadavere. Accanto ad esso sono stati trovati anche alcuni oggetti, ancora quasi integri: un vestito in giacca e cravatta, una mantellina di nylon verde scuro, un cappello di lana con pon-pon, degli scarponcini, un orologio da polso con cinturino in tela e nella tasca dei pantaloni sono state ritrovate delle monete in lire e un pettine. Ci sono, però, dei dettagli che allontanerebbero dall’ipotesi che si tratti proprio di Mauro De Mauro: accanto al corpo, infatti, è stata ritrovata una pagina del quotidiano “La Sicilia” risalente al 1978 e alcune monete del 1977, date che non combaciano con quella di scomparsa.

LA SCOMPARSA DI MAURO DE MAURO: UN GIALLO IRRISOLTO

Mauro De Mauro è un giornalista scomparso il 16 settembre 1970 a Palermo. Sua figlia Franca fu l’ultima persona a vederlo vivo: era affacciata alla finestra della loro casa quando vide tre uomini avvicinarsi a lui che lo fecero salire sulla sua automobile. Quest’ultima venne ritrovata l’indomani in una strada del centro città. Per la scomparsa del giornalista De Mauro è stato assolto Totò Riina dai reati di omicidio e occultamento del cadavere. I giudici che se ne occuparono spiegarono che dietro la sua scomparsa avrebbe potuto esserci la morte di Enrico Mattei, il Presidente dell'Eni che morì a causa dell'esplosione dell'areo su cui viaggiava sui cieli di Bascapè in provincia di Pavia. Secondo gli inquirenti, il giornalista “si era spinto troppo oltre nella sua ricerca sulle ultime ore di Mattei”. Una delle ipotesi era che si fosse avvicinato troppo alla verità non solo sul sabotaggio dell’aereo ma anche sull’identità dei mandanti: questo sarebbe stato il segreto che De Mauro avrebbe pagato con la vita.
Sarà il test del DNA disposto dalla Procura di Catania, voluto fortemente dalla figlia di De Mauro, a togliere qualsiasi dubbio sull’identità del corpo ritrovato.
Chissà che finalmente, dopo 50 anni, diverse anime possano riposare in pace: quella del giornalista scomparso nel nulla e quelle della sua famiglia che non ha mai potuto piangerlo.


Etna: resti umani ritrovati in una grotta. Potrebbero essere di Mauro De Mauro


Tags: cronaca, Etna, guardia di finanza, Mauro De Mauro, resti umani, soccorso alpino

Share this story: