Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
- Roma: legittima difesa, Mattarella promulga la legge, ma il Presidente della Repubblica scrive alle Camere, turbamento sia obiettivo
- Roma: sottosegretario Siri indagato per corruzione, depositata informativa con intercettazione, Salvini, deve restare al suo posto
- Taranto: segregato in casa e picchiato a morte da baby-gang, indagati 14 giovanissimi, trasmettevano video sevizie su Whatsapp
- Foggia: incendio baraccopoli abusiva di Borgo Mezzanone, muore 26enne africano irregolare, Salvini, via grandi insediamenti
- Cina: Forum sulla Via della Seta a Pechino, premier Conte, ci aspettiamo maggiori investimenti ma attenti a iniziative predatorie
- Roma: sanità, Eurobarometroi, quasi un italiano su due convinto che i vaccini possano causare spesso gravi effetti collaterali
- Roma: precipita da finestra di un liceo prima della lezione, ferito professore, ha riportato fratture ma non è in pericolo di vita
- Bologna: minaccia di morte e abusa di due donne, fermato in un casolare abbandonato un giovane di 27 anni di origine libica
- Roma: salvataggio di Alitalia, sottosegretario ai trasport Rixi, sono scettico, non vedo soluzioni, spero in un gol al novantesimo
- Milano: cinque militanti di Forza Nuova denunciati per aggressione e rapina in seguito a indagini su pestaggio del 29 marzo
- Sri Lanka: il leader degli attacchi di Pasqua è morto nelle esplosioni, Colombo città blindata, resta alto rischio nuovi attentati
- Roma: meteo, sabato con il sole, domenica nubi su Nord-Est e Centro, temperature in diminuzione, bel tempo il primo maggio
- Argentina: morto per infarto Horacio Sala, 58enne padre di Emiliano, attaccante del Nantes inabissatosi nella Manica a gennaio
- Calcio: serie A, designati gli arbitri per la 34esima giornata, Inter-Juventus a Banti, il match Torino-Milan sarà diretto da Guida
- Calcio: Allegri su Inter-Juve, bisogna portare a casa il risultato, quando perdi girano le scatole, non dobbiamo fare figuracce
- Formula 1: Gp Azerbaigian, cancellata prima sessione delle libere, un tombino sul circuito ha danneggiato la Williams di Russel
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
27 ottobre 2018
  1. /

F1, in Messico vola la Red Bull, Hamilton pensa al titolo

Verstappen leader in prova, la Ferrari di Vettel quarta

In Messico, come un anno fa, per laurearsi ancora campione. Lewis Hamilton il secondo match mondiale non vuole sprecarlo: dopo Austin, il britannico ci riprova domenica e stavolta gli bastera' il settimo posto per confermarsi iridato e mettere le mani sul quinto titolo della sua carriera. Numeri da gigante che il pilota della Marcedes vorrebbe consacrare anche con una vittoria sul tracciato messicano: nei primi giri di pista con le prove libere pero' il ritmo non e' stato quello da leader. A volare e' stata infatti la Red Bull, con Max Verstappen che si e' dimostrato l'uomo da battere: il giovane pilota olandese e' stato il piu' veloce nelle due tornate, anche se nel finale la monoposto si e' fermata per un problema presumibilmente idraulico - ha spiegato lo stesso Verstappen al termine delle prove -. Red Bull protagonista tutta la giornata, con Daniel Ricciardo subito alle spalle del compagno di squadra. A sorpresa sul podio virtuale la Renault di Carlo Sainz, terzo in tutte e due le sessioni. Hamilton e' rimasto in ombra e dopo il quinto tempo in avvio, si e' fermato al settimo nel secondo turno di prove: migliora invece la Ferrari che dopo il settimo tempo del mattino ha visto Sebastian Vettel chiudere quarto con un buon passo gara. Ottavo Kimi Raikkonen. "E' andata bene, anche se nella simulazione di gara abbiamo ancora qualche problema" le parole di Verstappen che comunque stando alla prestazione in pista si candida a vincere il gp messicano. Vettel non si sbilancia, ma non si da' ancora per vinto: "Nel passo gara non siamo andati male - dice il tedesco - ma sul giro secco abbiamo faticato un po'. La difficolta' maggiore e' che non c'e' aderenza. Ma penso che ognuno abbia ancora qualcosa da dire". Venerdi' da insolito inseguitore invece per Hamilton che, apparso decisamente meno brillante del solito, pensa pero' a portare a termine il compito mondiale. Del resto gli bastera' il settimo posto in gara: certo non una missione impossibile per il britannico.

F1, in Messico vola la Red Bull, Hamilton pensa al titolo