F1, Lewis Hamilton vince il Gran Premio dell'Eiffel, sulla pista del Nurburgring, e raggiunge il record di vittorie di Schumacher

11 ottobre 2020, ore 17:25 , agg. alle 17:53

Il pilota della Mercedes vince per la 91a volta in carriera ed eguaglia così Michael Schumacher, sul podio anche la Red Bull di Verstappen e la Renault di Daniel Ricciardo, ancora staccate le Ferrari

Hamilton nella storia

Lewis Hamilton oggi ha riscritto la storia della Formula 1, ottenendo la sua 91a vittoria in carriera ed eguagliando così Michael Schumacher, proprio sulla pista tedesca del Nurburgring,  che ha una curva intitolata al sette volte campione del mondo. E' solo l'ultimo dei record in Formula 1 del pilota britannico che in questa stagione potrebbe eguagliare il tedesco anche nei Mondiali vinti. A 35 anni compiuti, Hamilton è già nella leggenda, con una lunga ed impressionante serie di record conquistati dal 2007, primo anno nel Circus.

Questi i più significativi:

Maggior numero di pole position: 96

Maggior numero di vittorie nel GP di casa: 7 (Gran Bretagna)

Maggior numero di podi: 160 

Maggior numero di punti: 3.661 

Maggior numero di GP consecutivi a punti: 44

Maggior numero di punti in una stagione: 413 (2019)

Maggior numero di GP a punti: 224

Maggior numero di prime file: 155

Numeri incredibili destinati ad aumentare.  Prima di salire sul podio Hamilton ha ricevuto dalle mani di Mick, il figlio di Michael Schumacher, un casco del 7 volte campione del mondo. "E' tutto incredibile, non avrei mai immaginato tutto questo. Mi ricordo che da piccolo usavo Schumi alla Playstation. Assistendo in tv al dominio di Michael per così tanto tempo, credo che nessuno, ed io specialmente, avrebbe potuto mai pensare di avvicinarsi ai suoi record. E' un onore incredibile. Mi sono reso conto di aver ottenuto lo stesso numero di vittorie solo quando ho attraversato la pit lane". Queste le parole di Hamilton subito dopo la gara.

La gara

Era stato Valtteri Bottas a condurre le prime fasi del gran premio.  Il finlandese ha avvertito subito la pressione, ha spiattellato l'anteriore sinistra dopo un quarto di gara e subito dopo ha accusato la perdita di potenza della sua power unit. Ritiro al giro 19 e via libera per Hamilton che - da lì in avanti - non ha più avuto grosse difficoltà a tenere a distanza Max Verstappen, nemmeno quando le distanze sono state "artificialmente" annullate dalla Safety Car, entrata in pista a neutralizzare la gara, per mettere in zona sicura la McLaren di Lando Norris. Con una gara regolare ma senza speranze di vittoria l'olandese della Red Bull porta a casa l'ottavo podio su undici Gran Premi quest'anno e riduce a soli quattordici punti il distacco nella generale da Bottas: 147 punti contro 161, con Hamilton a quota 230. Sul podio sale anche Daniel Ricciardo. L'australiano della Renault conquista il primo podio da due anni e mezzo, dal prestigioso successo con la Red Bull nel Gp del Principato di Monaco del 2018.  Ancora anonima la gara delle Ferrari, con Leclerc settimo, e solo undicesimo Vettel. A punti sono andati anche Sergio Perez, quarto con la Racing Point, Carlos Sainz, quinto su McLaren, Pierre Gasly, sesto su AlphaTauri, Niko Hulkenberg, ottavo con la Racing Point, Romain  Grosjean, nono con la Haas, e Antonio Giovinazzi, decimo su Alfa  Romeo. L'italiano ha preceduto Sebastian Vettel con la Ferrari e  Kimi Raikkonen con l'altra Alfa, che ha festeggiato la partecipazione al 323/o Gran premio, record assoluto.

F1, Lewis Hamilton vince il Gran Premio dell'Eiffel, sulla pista del Nurburgring, e raggiunge il record di vittorie di Schumacher
Tags: f1, hamilton, schumacher

Share this story: