Fabrizio Pregliasco a RTL 102.5: “Natale 2021? Temo che la colorazione gialla arriverà anche su altre regioni"

01 dicembre 2021, ore 09:54 , agg. alle 15:30

Fabrizio Pregliasco, Direttore Sanitario dell’IRCCS Galeazzi di Milano, questa mattina è stato ospite in Non Stop News con Giusi Legrenzi, Enrico Galletti e Massimo Lo Nigro

Fabrizio Pregliasco questa mattina è stato ospite in Non Stop News parlando della variante Omicron, dei tempi di lavorazione per un nuovo vaccino e di come si prospetta il Natale 2021.

LA VARIANTE OMICRON: SOPRAVVALUTATA?

Ci sta l’emozione perché ogni cosa che è legata al Covid ci ha insegnato che ci coinvolge direttamente. Ben venga il fatto di rimarcare che il virus è ancora tra noi, che c’è questa evoluzione ‘naturale’ del virus, perché tutti i virus cercano spazi di diffusione nel loro mercato. Purtroppo questo mercato siamo noi. Cercano la tendenza e la speranza da alcuni segnali che emergono, ma tutti da confermare, che questa variante in fondo sta cercando di essere più benevola con l’organismo: è la convenienza di un virus quella di sfruttare al meglio l’ospite che decide di parassitare. I virus sono parassiti assoluti, carogne che sfruttano il meccanismo di replicazione e conformano le cellule di cui si servono, perciò il fatto che i dati ad oggi ci dicano che la sintomatologia delle persone contagiate con questa variante è lieve ci fa ben sperare. Bisogna aspettare un po’ per la tenuta possibile riduzione dell’efficacia dei vaccini. I dati di Israele preliminari anche qui ci confortano, dicendo che con tre dosi la risposta è buona, quindi necessità hanno reso dal punto di vista istituzionale di mantenere molto alta l’attenzione e la capacità di tracciamento che è già in difficoltà. Le zone gialle che si stanno colorando rappresentano il fatto che l’incidenza della malattia aumenta e nel momento in cui ci sono tanti casi questo isolamento dei focolai diventa più difficile”.

I TEMPI DI LAVORAZIONE PER TROVARE UN ALTRO VACCINO

Le aziende si erano attivate per fare un vaccino per la variante Delta e hanno avuto 100 giorni di tempo per farlo, perché la nuova metodica dell’RNA rende veloce l’aggiornamento della composizione, poi però bisogna fare prove di valutazione e di conferma affinché le caratteristiche del vaccino rimangano quelle dell’originale. 100-120 giorni non sono molti e immagino la necessità, quelle che saranno campagne future di vaccinazione, ma immaginandole come quelle dell’influenza: quindi non più un’offerta a livello generalizzato per tutta la popolazione, ma quella di proteggere le persone più fragili. Questo è il messaggio che ci arriva: Omicron è anche da questo momento di rialzo dell’incidenza facilitato dalla meteorologia, dagli sbalzi termici, dallo stare al chiuso, dalle aperture che finora è stato possibile attuare grazie ai vaccini. Questo virus rimarrà con noi, però appunto: vaccinazioni successive per i fragili, i nuovi farmaci, io credo che potremmo convivere meglio con questo virus”.

UN’ITALIA A COLORI PER NATALE 2021?

Temo che la colorazione gialla arriverà anche su altre regioni: credo che tutto questo ancora è un qualcosa in divenire. La vaccinazione e la rivaccinazione sono un mantenimento e un ricordo che c’è ancora il virus, quindi mantenere quel nuovo galateo con grande attenzione in questo momento io credo e spero ci permetterà di far scavallare la notte, metaforicamente la nottata è questo inverno. Spero possa essere l’ultima battaglia importante, salvo altre varianti cattive che dovessero emergere”.


Fabrizio Pregliasco a RTL 102.5: “Natale 2021? Temo che la colorazione gialla arriverà anche su altre regioni"
Fabrizio Pregliasco: l'influenza e il punto sul covid
Tags: Covid, Fabrizio Pregliasco, Natale 2021, Non Stop News, Omicron, vaccini

Share this story: