Finale di Coppa Italia, cinque tifosi in arresto, un ferito

15 maggio 2019, ore 21:29

Resta al vaglio la posizione di altri ultrà, per verificare le eventuali responsabilità nel lancio del materiale incendiario

Momenti di tensione tra gli ultrà della Lazio e la polizia, fuori dallo stadio Olimpico di Roma, prima della finale di Coppa Italia contro l’Atalanta. Ci sono già cinque arresti e un ferito. Prima del fischio d'inizio della partita, alcuni tifosi avevano i volti coperti e, dopo aver lanciato oggetti a raffica contro le forze dell’ordine, hanno dato fuoco a un mezzo della Polizia Municipale parcheggiato nelle vicinanze del Ponte Milvio. La Polizia ha fatto una carica di alleggerimento, facendo anche uso di idranti. Sono cinque, al momento, i tifosi arrestati. Due erano già stati fermati nel pomeriggio, perché trovati a bordo di un'auto stracolma di materiale pirotecnico. Entrambi, uno dei quali già sottoposto a daspo, devono rispondere di possesso di artifizi pirotecnici in occasione di manifestazioni sportive. Resta al vaglio, invece, la posizione di altri ultrà, per verificare le eventuali responsabilità nel lancio del materiale incendiario che ha scatenato le tensioni. Nelle indagini verranno anche visionate le immagini delle telecamere di sicurezza. Il dirigente della polizia locale del Gruppo Cassia è rimasto ferito durante i disordini. Quest’ultimo è stato trasportato all’Ospedale Gemelli per le cure del caso. L’area dello stadio Olimpico, nel frattempo, resta presidiata.

Finale di Coppa Italia, cinque tifosi in arresto, un ferito

Share this story: