Galli: "Inizierò una sperimentazione sul vaccino anti Covid, a Natale stiamo attenti, troppi morti si potevano evitare"

21 novembre 2020, ore 10:20 , agg. alle 12:05

Sulle polemiche scatenate da una frase di Crisanti, Galli commenta a RTL 102.5: "La sua posizione è stata travisata, era solo seccato di vedere annunci e pochi dati concreti"

Dopo le polemiche che si sono scatenate su Andrea Crisanti, direttore di microbiologia e virologia all’Università di Padova, che ha detto: “Oggi non farei il vaccino, perché non ci sono le conoscenze sufficienti”, è intervenuto su RTL 102.5, il professor Massimo Galli, ordinario di malattie infettive all’Università di Milano e direttore di malattie infettive all'Ospedale Sacco. “La posizione di Crisanti, che ha tutta la mia stima, è stata travisata – ha detto -. Era seccato di continuare a vedere annunci sui media e pochi dati concreti”.


Vaccino anti-Covid: "Inizierò una sperimentazione presso il mio centro, sarò tra i primi a vaccinarmi"

Proprio sul vaccino anti-Covid, il professor Galli ha anticipato: “Inizierò una sperimentazione molto presto su uno di questi vaccini, presso il mio centro. Se scoprirò che il ruolo di principal investigator e di responsabile non è in conflitto con il ruolo di volontario, sarò tra i primi a fare questa vaccinazione”. Poi, un auspicio: “Siamo tutti un po’ indispettiti dalla politica degli annunci – ha detto il direttore di malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano -. Non facciamo altro che assistere ad una gara a chi ha il vaccino migliore. Se si giocasse una gara basata sui fatti, e non solo sugli annunci, sarebbe meglio”.


A Natale? "Evitiamo di seguire il modello di Ferragosto. E proteggiamo i nostri nonni"

L’orizzonte del nostro Paese, adesso, è quello delle Festività, con il Governo che sarebbe pronto a provvedere ad un alleggerimento delle misure restrittive a partire dal 3 dicembre, per permettere a tutti di circolare, fra l’altro, per i regali. “Ho giurato a me stesso che avrei parlato del Natale solo per fare gli auguri ai parenti – ha detto Galli -, perché credo che sia compito di qualcun altro metterci la faccia. Una cosa è certa, però: non possiamo aspettarci di far finta che non sia accaduto nulla, dobbiamo evitare di fare a Natale quello che abbiamo fatto a Ferragosto. Dovrà essere un Natale responsabile, l’obiettivo di tutti sia quello di non correre il rischio di infettare i propri nonni”.


Dalla fine del lockdown, 12mila morti, la maggior parte poteva essere evitata

Alle spalle, c’è quanto accaduto nella stagione più calda. “Dalla fine del lockdown ad oggi, ci sono stati 12mila morti causati dal virus. Gran parte di queste vittime poteva essere evitata. Come? Con comportamenti responsabili ma anche con indicazioni responsabili da parte delle autorità. Le responsabilità non si palleggiano a vicenda”.


Galli: "Inizierò una sperimentazione sul vaccino anti Covid, a Natale stiamo attenti, troppi morti si potevano evitare"
Massimo Galli (virologo): vorrei essere il primo volontario a sperimentare il vaccino
Tags: covid, galli, Massimo Galli, natale, vaccino, vaccino anti covid

Share this story: