Gazzelle a RTL 102.5: “La cosa che più mi manca è suonare dal vivo”

01 ottobre 2020, ore 17:54

Il cantautore romano ha da poco pubblicato “Destri”, il nuovo singolo con cui anticipa un nuovo progetto discografico

Mesi difficili quelli trascorsi a causa della pandemia da Coronavirus e non ancora superati sotto certi punti di vista, ma dalle difficoltà bisogna saperne trarre insegnamento, così come ha fatto Gazzelle: “Per come sono fatto io più il momento è difficile e più me la cavo, mi ispira. Dopo il lockdown ho sentito il bisogno di rifugiarmi in studio a scrivere, prima di trasferirmi in Puglia per tre settimane dove ho trascorso le vacanze”.

Il panorama Indie  

Un genere più che affermato nella scena musicale italiana quello dell’Indie, di cui Gazzelle è tra gli esponenti e che, nell’ultimo periodo, ha abbracciato un certo sentimentalismo: “Ho buttato il cuore oltre l’ostacolo. La mia musica segue sensazioni ed emozioni che vivo inizialmente io e che successivamente cerco di veicolare attraverso la musica” ha spiegato il cantautore, anticipando come l’ultimo singolo “Destri” rappresenti l’inizio di un nuovo progetto. “Sto lavorando a qualcosa di nuovo, ancora in fase di definizione, sto ancora scrivendo, ma ho una visione chiara di quello che sarà il nuovo disco” ha detto, spiegando come “l’indie è diventato il nome di un genere per diversificarlo da un pop più commerciale, anche se credo sia nel mezzo tra la musica alternativa di nicchia e il pop mainstream, poi dipende dall’artista”. Gazzelle, ricordando la sua esperienza di artista che nasce con un’etichetta indipendente, ha poi sostenuto che per appartenere al genere Indie “la base è arrivare da una realtà indipendente. In questo periodo storico è diventato un genere musicale perché la gente ha bisogno di definire le cose, ma in fin dei conti si tratta sempre di musica pop”.


Gazzelle a RTL 102.5: “La cosa che più mi manca è suonare dal vivo”

Passione serie tv

Non ne fa un segreto Gazzelle:“Mi piacerebbe scrivere una serie tv e curarne la colonna sonora magari, non necessariamente con canzoni mie. In quest’epoca in cui le serie tv sono dominanti, la musica lì dentro diventa fondamentale”. Nelle scorse settimane il cantante si è reso protagonista di una campagna insolita, tappezzando Milano e Roma con la scritta “non è colpa mia”: “Volevo incuriosire la gente e volevo scrivere sui muri che non era colpa mia per una serie di cose che riguardano la mia vita privata, anche se mi assumo le mie responsabilità”.

Voglia di concerti  

Spero di poter riuscire a fare concerti il prima possibile, anche se la situazione è ancora incerta. Aspetto indicazioni. La cosa che più mi manca è fare concerti veri, non in streaming. Spero si possa tornare rapidamente alla normalità” ha concluso


Gazzelle a RTL 102.5: "Il singolo "Destri" e l'inizio di qualcosa di nuovo"
Tags: destri, gazzelle, nuov, singolo

Share this story: