Gerry Scotti su RTL 102.5: "Il continuo litigio dei partiti politici in questa situazione è disarmante"

18 dicembre 2020, ore 09:40 , agg. alle 11:26

Il conduttore televisivo è stato intervistato questa mattina nel programma “Giletti 102.5” su RTL 102.5

“Questa è la notizia della giornata, dopo un po’ di notizie così così è nata Virginia, una delle più belle notizie. Per anni sono stato lo zio d’Italia e adesso sono nonno a casa mia e mi va bene così, è giusto mio figlio tra poco fa i 29 anni, hanno fatto le cose al momento giusto”. Così commenta Gerry Scotti la notizia di essere da pochi giorni, diventato nonno di una bambina.


Indecisione dell’Italia sulle restrizioni in vista del Natale

“Questa mattina come tutte le mattine mi sono guardato un po’ di telegiornali su varie reti, cosi mi faccio un’idea, che i partiti politici passino il tempo, sotto Natale, con tutte queste difficoltà a litigare e a parlare di rimpasti lo trovo disarmante di fronte alla situazione di tanta gente che ha il problema di arrivare a fine mese. Per lo meno che si mettano d’accordo e ci diano un senso di serenità almeno da quel punto di vista. Questa situazione di litigiosità in Parlamento è aumentata in quantità e peggiorata come qualità. Io ho fatto parte di quella prima Repubblica in modo marginale, quando passavo io i grandi capi sorridevano, ma smettevano di parlare di ciò di cui stavano parlando”. Il noto conduttore televisivo si è espresso così  a proposito delle restrizioni del Natale.


La difficoltà di una decisione che accontenti tutti

“Non è facile decidere in questa situazione, chiunque prende una decisione finisce per farsi dei nemici o per creare degli scontenti. Io avrei avuto però, una maggiore attenzione nei confronti di certi comparti come il turismo, la ristorazione e i trasporti. È anche vero comunque che, se dai attenzione ad alcuni reparti poi altri si lamentano. Un Natale così con tutto chiuso senza i ristoranti e gli impianti sciistici però, lascia l’amaro in bocca. La bella notizia in questo Natale è finalmente il rilascio dei pescatori di Mazara del Vallo che stanno navigando verso il loro porto, e questo, anche se è un piccolo segnale di una piccola zona d’Italia è un bel messaggio per tutti”. Così ha raccontato Gerry Scotti a RTL 102.5.

Il Natale di Gerry Scotti

“La zona rossa dipende molto da come ci siamo comportati in queste tre settimane, stanno guardando gli ultimi dati. Io farò un Natale come sempre, cose normali con la famiglia, mia nipote dobbiamo andare a trovarla contingentati, altrimenti se andiamo tutti insieme siamo in multa”. Il racconto infine di Gerry Scotti sul suo Natale.


Gerry Scotti su RTL 102.5: "Il continuo litigio dei partiti politici in questa situazione è disarmante"

Gerry Scotti, uno dei più popolari e amati conduttori della televisione italiana, ha da poco concluso il suo impegno televisivo a Tu sì che Vales su Canale 5, dove svolge il ruolo di giudice insieme a Maria De Filippi, Rudy Zerbi e Teo Mammuccari.

Gerry Scotti è stato inoltre ricoverato a fine ottobre in quanto risultato positivo al Covid e a causa di una serie di complicazioni. Una volta dimesso ha continuato le registrazioni di Tu sì che Vales collegato da casa, fino alla finale dove è tornato in studio con l’applauso dei presenti. È stato costretto invece ad interrompere le registrazioni di Caduta Libera, il game show quotidiano che conduce sempre sulla rete ammiraglia di Mediaset.


Tags: giletti 102.5, natale, rtl 102.5, gerrry scotti, massimo giletti

Share this story:

Le altre notizie di
Spettacoli