Gerusalemme, tensione alla spianata delle moschee, ci sono feriti

 11 agosto 2019

Gli scontri tra esercito israeliano e fedeli islamici, ora sembra essere tornata la calma

Incidenti si sono verificati sulla Spianata delle Moschee di Gerusalemme fra fedeli islamici - giunti in massa per celebrare la Festa del Sacrificio - e reparti della polizia israeliana. Un portavoce della polizia ha riferito che al termine delle preghiere ''si sono verificati disordini'' e che gli agenti hanno provveduto a disperdere i facinorosi. In precedenza, per non inasprire gli animi, la polizia aveva sbarrato l'ingresso alla Spianata ai fedeli ebrei. Decine di islamici sono rimasti feriti. Per lo più sono stati colpiti da proiettili rivestiti di gomma, da schegge di granate assordanti e da gas lacrimogeni. In tarda mattinata è poi tornata la calma. Nei pressi del Muro del Pianto, che si trova molto vicino alla Spianata, migliaia di fedeli ebrei celebrano oggi i riti del digiuno del 9 del mese di Av, che ricorda la distruzione del Tempio di Gerusalemme. Molti di loro in questa occasione volevano salire sulla Spianata ma la polizia lo ha impedito per evitare che si scontrassero con i fedeli islamici. La decisione della polizia e' stata aspramente contesta da esponenti della destra nazionalista. A Gaza un palestinese armato è stato ucciso da militari dell'esercito di Tel Aviv. 
Gerusalemme, tensione alla spianata delle moschee, ci sono feriti

Share this story: