Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Roma: Consiglio dei Ministri, premier Conte, pieno accordo sul fisco, Di Maio, oggi nasce uno Stato amico
- Nuoro: ergastolo al ventiduenne Alberto Cubeddu, è accusato della morte di due giovani, assassinati tra il 7 e l'8 maggio di tre anni fa
- Campoverde (Lt): bambino di sei anni muore travolto da un armadio in casa del nonno, erano in corso lavori di ristrutturazione
- Guyana Francese: lanciata Bepi Colombo, la prima missione europea verso il pianeta Mercurio, il veicolo è composto da quattro moduli
- Calcio: serie A, oggi tre anticipi, Roma-Spal 0-2, Juventus-Genoa 1-1, in campo Udinese-Napoli
- Volley: mondiali femminili in Giappone, la Serbia vince l'oro, Italia sconfitta 3-2 al tie-break
- Formula 1: questa sera alle 23 ora italiana le qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti
- Motomondiale: Gran Premio del Giappone, pole position per Andrea Dovizioso su Ducati, la gara domani mattina alle 7 ora italiana
17 maggio 2018

Giappone, treno parte 25 secondi in anticipo, scuse immediate

La compagnia, la West Japan Railways, si è scusata per “l’immenso disagio causato ai clienti”

In Giappone, i collegamenti ferroviari hanno standard di puntualità altissimi e quando si verifica qualche ritardo le scuse della compagnia sono immediate. Venerdì scorso, alla stazione di Notogawa, 400km a ovest di Tokyo, un treno è partito con un anticipo di 25 secondi. Il conducente avrebbe dovuto lasciare la stazione alle 7:12, ma ha chiuso le porte alle 7:11 e 35 secondi.

Giappone, treno parte 25 secondi in anticipo, scuse immediate

L'impiegato si è accorto subito dell'errore e ha controllato se lungo i binari ci fossero passeggeri in attesa di salire. Non vedendone, ha deciso di partire in anticipo piuttosto che riaprire le porte, per non correre il rischio di dover segnalare sulla tabella di marcia un ritardo, anche se solo di qualche secondo. Ma il caso ha voluto che ci fossero altri viaggiatori che contavano di prendere quel treno all'ultimo secondo, per poi continuare il loro viaggio su altre coincidenze: le loro rimostranze hanno costretto i dirigenti dell'operatore, la West Japan Railways, a scusarsi per "l'immenso disagio causato ai clienti".