Giorgia Meloni a RTL 102.5: “Ringrazio Mattarella della sua solidarietà”. “Bar e ristoranti chiusi la sera, una scelta irragionevole”

24 febbraio 2021, ore 10:30 , agg. alle 11:29

La Leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni è stata intervistata questa mattina in diretta su RTL 102.5 all’interno di Non Stop News condotto da Giusi Legrenzi, Pierluigi Diaco e Enrico Galletti


Giorgia Meloni ha ricevuto nei giorni corsi la solidarietà unanime per gli insulti ricevuti da Gozzini e Van Straten, durante un programma radiofonico, e ha ricevuto anche la chiamata da parte di Draghi e Mattarella: “non mi aspettavo la loro chiamata, non sono nuova a queste cose e mi sono resa conto che ad un certo punto ho rischiato di considerarlo normale. Il punto non è il livello dell’insulto, ma il livello della persona che lo fa: voglio ringraziare il Presidente della Repubblica perché prima che lui chiamasse buona parte della classe politica che aveva fatto finta di niente fino a quel momento, credo che il suo segnale sia chiaro, di un limite che non si può valicare, tra la critica, e anche io sono una che critica molto, e l’insulto gratuito. Nella famosa conversazione tra i tre docenti le forme di razzismo sono tre: contro le donne, sempre immancabile, contro la destra che per forza deve essere fatta di analfabeti che non hanno mai letto un libro e contro il popolo”.

Mancanza di Compattezza all’interno del Centrodestra

“Io ho sempre dato per certa la compattezza, è sempre stato nel nostro intento anche se è successo di fare scelte diverse: il ruolo di Fratelli d’Italia all’opposizione del Governo Draghi penso consenta di aiutare a difendere le nostre battaglie storiche in una fase come questa. Mi è dispiaciuto per la vicenda della prescrizione, non solo per il centro destra, ma anche per Renzi che sembrava fosse una battaglia che anche lui diceva di portare avanti da tempo, probabilmente i numeri perché passasse c’erano, ma se si privilegia il dover ritirare i propri emendamenti e semplicemente seguire le indicazioni del Governo, secondo me è un problema. Io in questo decreto milleproroghe in cui c’era anche la norma della prescrizione, ho visto confermato tutto quello che ha fatto il Governo Conte, compreso il famoso decreto svuota carceri di Bonafede, quello in forza del quale liberammo una serie infinita di boss mafiosi e a me sembra una follia. Sembra che abbiamo cambiato tutto, invece non è cambiato niente”.


Ristoranti aperti o chiusi a cena?

“Io non sono un virologo e non ho gli elementi per fare valutazioni di carattere scientifico, noi vorremmo sapere e leggere i dati del CTS, il fatto che Fratelli d’Italia abbia dovuto fare ricorso al TAR contro la decisione del Governo di pubblicare solo gli atti del CTS che decideva, è una follia, perché se incidi sulla vita delle persone come minimo gli devi dire sulla base di quali evidenze lo fai, non puoi tenerlo per te. Inoltre sull’apertura dei ristoranti, se uno può aprire a pranzo seguendo le prescrizioni perché poi le prescrizioni non sono più efficaci la sera? Il problema delle chiusure per come sono state fatte è che sono irragionevoli. A suo tempo Conte disse che chiudeva a cena per decongestionare i mezzo pubblici, è tutto fatto in maniera surreale per scaricare su persone che non si possono difendere, su certe categorie il peso sulla presunta lotta al virus, perché non si riescono a fare le cose che si devono fare. Se ci sono norme serie io le sostengo, se le norme non sono serie io penso che i ristoranti possano stare aperti la sera con le stesse norme con cui sono aperti anche a pranzo e le palestre possano stare aperte con protocolli che gli dà il Governo”.

Fratelli d’Italia all’opposizione del Governo Draghi

“La nostra è un’opposizione fatta nell’interesse dell’Italia, Io sono una patriota che vuole vedere questa nazione essere all’altezza della sua storia, della sua grandezza, di un orgoglio che non riesce ad avere più, spero che Mario Draghi faccia bene. Abbiamo messo a disposizione del nuovo Governo tutte le nostre proposte migliori. Prima non ci ascoltavano mai, a Conte non interessavano e spero che a Draghi possano interessare così magari si riesce a fare qualcosa di buono. Quindi tifiamo, ma in un sistema democratico serve anche un’opposizione che all’occorrenza abbia la libertà per dire che stiamo sbagliando. Fratelli d’Italia si è assunta una responsabilità, un lavoro non facile, abbiamo tutti contro, ma l’abbiamo fatto nell’interesse dell’Italia e della sua democrazia”.

Giorgia Meloni a RTL 102.5: “Ringrazio Mattarella della sua solidarietà”.
Tags: draghi, fratelli d'italia, giorgia meloni, governo, rtl 102.5

Share this story: