Giulio Ciccone, è italiana la nuova maglia gialla al Tour

 11 luglio 2019

Impresa del giovane ciclista abruzzese, secondo nella prima tappa di montagna della Grande Boucle

Il primo arrivo in salita al Tour de France ha portato un corridore italiano in maglia gialla: è l’abruzzese Giulio Ciccone, 24 anni, portacolori della squadra Trek-Segafredo. Nella sesta tappa, da Mulhouse a La Plance des Belles filles, è stato protagonista di una fuga a lunga gittata. Sulle rampe conclusive dell’ultima salita, peraltro sullo sterrato, è rimasto al comando insieme al tedesco Teuns. Che ha colto la vittoria di giornata con uno scatto negli ultimi 300 metri. Ciccone ha poi tagliato il traguardo scuotendo la testa, amareggiato per il secondo posto. Ma il sorriso gli è tornato non appena la giuria ha ufficializzato la classifica generale. Giulio Ciccone maglia gialla, per soli 6”: questo il margione sull’ormai ex leader Alaphilippe. A 32'' c’è Teuns, che lo ha beffato nella volata a due per il successo di tappa. E' stato un finale di giornata difficile per Vincenzo Nibali e Fabio Aru, due attesi protagonisti dopo le rispettive vittorie a La Planche Des Belles Filles nel 2014 e 2017. Nella prima frazione di montagna il siciliano della Bahrain Merida ha tagliato il traguardo con un ritardo di 2'35'', il sardo della Uae Emirates a 2'46''. Nibali è ora ventesimo in classifica a 1'56'' da Ciccone, mentre Aru è 29esimo a 3'25''. E’ questo il secondo successo di tappa italiano in questa edizione del Tour: l’altroieri in volata aveva esultato Elia Viviani.
Giulio Ciccone, è italiana la nuova  maglia gialla al Tour

Share this story: